Crea sito

Archives for settembre, 2015

You are here: » »

Dove si è perso il senso del pellegrinaggio alla Mecca?

Sono morti centinaia di fedeli, altri sono in gravi condizioni, ma sicuramente con una gioia immensa nel cuore e un sogno che sono riusciti ad esaudire: il pellegrinaggio nella casa del profeta Muhammad, il Hajj alla Mecca. Solo chi è profondamente devoto può capire il sentimento e la gioia che un pellegrino porta con se […]

MARCO ALLONI – Estetica della tragedia

Abbiamo tutti negli occhi l’immagine del bambinello in maglietta rossa e pantaloncini riverso senza vita sulla spiaggia. Un’immagine diventata virale che ha raccontato il cuore della tragedia della migrazione più di ogni trattato. Eppure non tutti hanno razionalizzato questo sentimento di orrore. Non tutti si sono chiesti, tra tanta prevedibile retorica, perché proprio lui. E qualcuno [...]

Arriva la contro informazione sullo “Zero rifugiati” nei paesi del Golfo

La polemica su quel numero Zero, vicino al nome dei paesi del Golfo e divulgato nei diversi report che danno conto di chi partecipa all’ accoglienza dei profughi, deve aver fatto non poco male alle coscienze dei governanti dei paesi coinvolti. Si è attivata, dopo lunghi giorni di silenzio (e si presume anche imbarazzo), la […]
Più che la Mecca, la Germania

Più che la Mecca, la Germania

La misericordia, migliaia di siriani scappati dai tagliagola dello Stato islamico e dalle bombe a barile di Bashar al Assad, l’hanno individuata a nord dell’Europa. Nella Germania della cancelliera di ferro, Angela Merkel, e non nella culla dell’Islam. Lì dove giace l’oro nero sotto i tappeti; lì dove ogni disgraziato dovrebbe trovare dimora per misericordia […]
Libano: è colpa solo della spazzatura? (L’INDRO)

Libano: è colpa solo della spazzatura? (L’INDRO)

Agosto è stato il mese delle violente proteste di piazza di una Beirut le cui strade sono state per molti giorni inondate da immondizia: intervento della Polizia in tenuta anti-sommossa, utilizzo indiretto di armi da fuoco per disperdere la folla, centinaia i feriti, disordini preoccupanti, e il Primo Ministro Tammam Salam  – tra le personalità politiche contestate con maggiore forza –  minaccia le proprie dimissioni.
Gli scontri e le devastazioni del 22-23 agosto sono stati accompagnati dagli slogan dei giovani manifestanti inneggianti allarivoluzione’: e Beirut è stata teatro della più grave ondata di violenza degli ultimi anni, facendo temere che il Paese potesse precipitare nel caos.
Proteste che rientrano nella campagna soprannominata #YouStink (‘Tu puzzi’), e che
- See more at: http://www.lindro.it/libano-e-colpa-solo-della-spazzatura/#sthash.OgFlXnzD.dpuf
di Claudio Bertolotti 

Giovani in rivolta
You Stink, tu puzzi. Giorni di violente proteste in un Paese a rischio IS/Daesh 
- See more at: http://www.lindro.it/libano-e-colpa-solo-della-spazzatura/#sthash.Ms1NLjEc.dpuf

Agosto è stato il mese delle violente proteste di piazza di una Beirut le cui strade sono state per molti giorni inondate da immondizia: intervento della Polizia in tenuta anti-sommossa, utilizzo indiretto di armi da fuoco per disperdere la folla, centinaia i feriti, disordini preoccupanti, e il Primo Ministro Tammam Salam  – tra le personalità politiche contestate con maggiore forza –  minaccia le proprie dimissioni.
Gli scontri e le devastazioni del 22-23 agosto sono stati accompagnati dagli slogan dei giovani manifestanti inneggianti allarivoluzione’: e Beirut è stata teatro della più grave ondata di violenza degli ultimi anni, facendo temere che il Paese potesse precipitare nel caos.
Proteste che rientrano nella campagna soprannominata #YouStink (‘Tu puzzi’), e che… (vai all’articolo su L’INDRO)

Agosto è stato il mese delle violente proteste di piazza di una Beirut le cui strade sono state per molti giorni inondate da immondizia: intervento della Polizia in tenuta anti-sommossa, utilizzo indiretto di armi da fuoco per disperdere la folla, centinaia i feriti, disordini preoccupanti, e il Primo Ministro Tammam Salam  – tra le personalità politiche contestate con maggiore forza –  minaccia le proprie dimissioni.
Gli scontri e le devastazioni del 22-23 agosto sono stati accompagnati dagli slogan dei giovani manifestanti inneggianti allarivoluzione’: e Beirut è stata teatro della più grave ondata di violenza degli ultimi anni, facendo temere che il Paese potesse precipitare nel caos.
Proteste che rientrano nella campagna soprannominata #YouStink (‘Tu puzzi’), e che
- See more at: http://www.lindro.it/libano-e-colpa-solo-della-spazzatura/#sthash.OgFlXnzD.dpuf
Agosto è stato il mese delle violente proteste di piazza di una Beirut le cui strade sono state per molti giorni inondate da immondizia: intervento della Polizia in tenuta anti-sommossa, utilizzo indiretto di armi da fuoco per disperdere la folla, centinaia i feriti, disordini preoccupanti, e il Primo Ministro Tammam Salam  – tra le personalità politiche contestate con maggiore forza –  minaccia le proprie dimissioni.
Gli scontri e le devastazioni del 22-23 agosto sono stati accompagnati dagli slogan dei giovani manifestanti inneggianti allarivoluzione’: e Beirut è stata teatro della più grave ondata di violenza degli ultimi anni, facendo temere che il Paese potesse precipitare nel caos.
Proteste che rientrano nella campagna soprannominata #YouStink (‘Tu puzzi’), e che
- See more at: http://www.lindro.it/libano-e-colpa-solo-della-spazzatura/#sthash.OgFlXnzD.dpuf