Categoria: cultura

Hoda Barakàt alla Casa della Cultura di Milano

Ieri sera, alla Casa della Cultura di Milano, un incontro con Hoda Barakàt. Che dire? Barakàt è una grande scrittrice, una persona spessa ed è sempre un piacere ascoltarla. Però… però ho saputo per caso che sarebbe venuta (che significa … Continua a leggere

Hoda Barakàt alla Casa della Cultura di Milano
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Hoda Barakàt alla Casa della Cultura di Milano

Ieri sera, alla Casa della Cultura di Milano, un incontro con Hoda Barakàt. Che dire? Barakàt è una grande scrittrice, una persona spessa ed è sempre un piacere ascoltarla. Però… però ho saputo per caso che sarebbe venuta (che significa … Continua a leggere

Hoda Barakàt alla Casa della Cultura di Milano
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Hoda Barakàt alla Casa della Cultura di Milano

Ieri sera, alla Casa della Cultura di Milano, un incontro con Hoda Barakàt. Che dire? Barakàt è una grande scrittrice, una persona spessa ed è sempre un piacere ascoltarla. Però… però ho saputo per caso che sarebbe venuta (che significa … Continua a leggere

Hoda Barakàt alla Casa della Cultura di Milano
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Alfabeto: lettere aggiuntive / 2

Altri usi della ˀalif   الف مدة   ˀalif madda (lett. “alif allungata”) si usa per evitare di scrivere due ˀalif consecutive: quando ˀalif –ḥamza iniziale (أَ) è seguita da vocale lunga ā, la ˀalif di prolungamento viene rappresentata graficamente in cima alla prima e in posizione orizzontale, pronunciata e traslitterata come ā lunga. Il segno ˜ […]

“No al sessismo e al razzismo”

colonia 110A Colonia manifestazione dopo le aggressioni alle donne dove ancora una volta l’odio si è espresso contro il corpo delle donne. Perché è sempre più chiaro che in questa originaria forma di dominio si consuma uno scontro di potere. E in Italia ancora femminicidi.

Alfabeto: lettere aggiuntive / 1

Alcuni segni ortografici particolari non sono inclusi dai grammatici nell’alfabeto, ma sono fondamentali per poter leggere e scrivere correttamente in arabo.   Lettere aggiuntive: ḥamza, lām-ˀalif  e tāˀ marbūṭa   همزة  ḥamza La ḥamza rappresenta il fonema consonantico [ʔ], trascritto ˀ (detto anche “colpo di glottide”), ed è l’unico grafema che non lega né a […]

Perché Adonis vincerà il Nobel….

Ho sfogliato il libro di Adonis, in italiano, Violenza e Islam, uscito in contemporanea alla versione francese ovviamente: che tutti possano godere di questo condensato di arabofobia e islamofobia nella lingua più comoda. Si tratta di una serie di conversazioni tra il poeta siriano e la psicanalista d’origine marocchina Houria Abdelouahed sulla condizione del mondo arabo-islamico con […]

Perché Adonis vincerà il Nobel….

Ho sfogliato il libro di Adonis, in italiano, Violenza e Islam, uscito in contemporanea alla versione francese ovviamente: che tutti possano godere di questo condensato di arabofobia e islamofobia nella lingua più comoda. Si tratta di una serie di conversazioni tra il poeta siriano e la psicanalista d’origine marocchina Houria Abdelouahed sulla condizione del mondo arabo-islamico con […]

Perché Adonis vincerà il Nobel….

Ho sfogliato il libro di Adonis, in italiano, Violenza e Islam, uscito in contemporanea alla versione francese ovviamente: che tutti possano godere di questo condensato di arabofobia e islamofobia nella lingua più comoda. Si tratta di una serie di conversazioni tra il poeta siriano e la psicanalista d’origine marocchina Houria Abdelouahed sulla condizione del mondo arabo-islamico con […]

Perché Adonis vincerà il Nobel….

Ho sfogliato il libro di Adonis, in italiano, Violenza e Islam, uscito in contemporanea alla versione francese ovviamente: che tutti possano godere di questo condensato di arabofobia e islamofobia nella lingua più comoda. Si tratta di una serie di conversazioni tra il poeta siriano e la psicanalista d’origine marocchina Houria Abdelouahed sulla condizione del mondo arabo-islamico con […]

ILA Certificazione della Lingua Araba

Il lavoro è stato duro, ma gratificante. Sono quindi molto orgogliosa di invitare tutte le lettrici e tutti i lettori del blog  alla presentazione della prima fase del progetto ILA, che si terrà giovedì 25 febbraio 2016. Arabiste/i, linguiste/i ma anche … Continua a leggere

ILA Certificazione della Lingua Araba
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

ILA Certificazione della Lingua Araba

Il lavoro è stato duro, ma gratificante. Sono quindi molto orgogliosa di invitare tutte le lettrici e tutti i lettori del blog  alla presentazione della prima fase del progetto ILA, che si terrà giovedì 25 febbraio 2016. Arabiste/i, linguiste/i ma anche … Continua a leggere

ILA Certificazione della Lingua Araba
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

ILA Certificazione della Lingua Araba

Il lavoro è stato duro, ma gratificante. Sono quindi molto orgogliosa di invitare tutte le lettrici e tutti i lettori del blog  alla presentazione della prima fase del progetto ILA, che si terrà giovedì 25 febbraio 2016. Arabiste/i, linguiste/i ma anche … Continua a leggere

ILA Certificazione della Lingua Araba
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

ILA Certificazione della Lingua Araba

Il lavoro è stato duro, ma gratificante. Sono quindi molto orgogliosa di invitare tutte le lettrici e tutti i lettori del blog  alla presentazione della prima fase del progetto ILA, che si terrà giovedì 25 febbraio 2016. Arabiste/i, linguiste/i ma anche … Continua a leggere

ILA Certificazione della Lingua Araba
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

ILA Certificazione della Lingua Araba

Il lavoro è stato duro, ma gratificante. Sono quindi molto orgogliosa di invitare tutte le lettrici e tutti i lettori del blog  alla presentazione della prima fase del progetto ILA, che si terrà giovedì 25 febbraio 2016. Arabiste/i, linguiste/i ma anche … Continua a leggere

ILA Certificazione della Lingua Araba
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Il male della banalità

 Per adesioni: [email protected] Siamo un gruppo di studiose/i e docenti universitari di storia, letteratura e cultura dei paesi arabi, africani e islamici, e scriviamo dopo la pubblicazione di alcuni articoli sulla stampa italiana a seguito dei fatti di Colonia. Da … Continua a leggere

Il male della banalità
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Il male della banalità

 Per adesioni: [email protected] Siamo un gruppo di studiose/i e docenti universitari di storia, letteratura e cultura dei paesi arabi, africani e islamici, e scriviamo dopo la pubblicazione di alcuni articoli sulla stampa italiana a seguito dei fatti di Colonia. Da … Continua a leggere

Il male della banalità
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

“Un’Italiana a Tunisi”

italiana 110Giada Frana, giornalista italiana free-lance, collaboratrice dalla Tunisia per alcuni quotidiani italiani, è curatrice di una pagina face book molto seguita, “Un’Italiana a Tunisi”, in cui racconta la bellezza di quello che considera il suo nuovo Paese d’adozione, ma anche i limiti, i punti di debolezza. Dal suo osservatorio un’analisi dell’attuale situazione tunisina dopo le ultime proteste.

Viaggio della libertà di Khebez Dawle, band rock siriana

anas 110Intervista a Anas Maghrebi, frontman della band. Dopo l’uccisione del loro batterista nel 2012, i ragazzi della band sono fuggiti dalla guerra civile approdando in Libano. A Beirut hanno registrato il loro primo album. Poi su un gommone hanno attraversato il Mediterraneo e dai Balcani hanno raggiunto Berlino. “Città perfetta per gli artisti”.

Scrivere in arabo sul PC e sul web

Alcuni strumenti semplici e versatili per esercitarsi nella scrittura in arabo sul computer e per scrivere termini e frasi da cercare nel web, inserire nell’articolo di un blog o condividere sui social network.   Per utilizzare i caratteri arabi in un documento di testo – in Word e OpenOffice – selezioniamo “Allinea a destra” e […]

Scrivere in arabo sul PC e nel web

Alcuni strumenti semplici e versatili per esercitarsi nella scrittura in arabo sul computer e per scrivere termini e frasi da cercare nel web, inserire nell’articolo di un blog o condividere sui social network.

Scrivere in arabo sul PC e nel web

Alcuni strumenti semplici e versatili per esercitarsi nella scrittura in arabo sul computer e per scrivere termini e frasi da cercare nel web, inserire nell’articolo di un blog o condividere sui social network.

MUZZIKA ! Gennaio 2016

MUZZIKA ! Janvier 2016  | babelmed | culture méditerranéenneCominciamo l’anno in bellezza insieme ai nostri cugini canadesi, o più precisamente del Quebec. Colpo di fulmine per la jazzwoman canadese Terez Montcalm, che reinterpreta alcuni bellissimi classici della canzone francese. La portoghese Ana Moura ritorna con la sua bella voce, voce grave perfetta per il fado, ma non solo. Angelique Ionatos canta l’ottimismo indefettibile dei greci – dei mediterranei? – di fronte ad ..

Yusuf Idris. The Urmann is a woman

Tempo fa, ho pubblicato la traduzione di un racconto di Yusuf Idris (potete leggerlo qui). In quell’occasione segnalavo di aver scritto un articolo al riguardo. Che finalmente è uscito e ch epotete leggere qui. A quest’articolo sono particolarmente affezionata. Buona … Continua a leggere

Yusuf Idris. The Urmann is a woman
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Yusuf Idris. The Urmann is a woman

Tempo fa, ho pubblicato la traduzione di un racconto di Yusuf Idris (potete leggerlo qui). In quell’occasione segnalavo di aver scritto un articolo al riguardo. Che finalmente è uscito e che potete leggere qui. A quest’articolo sono particolarmente affezionata. Buona … Continua a leggere

Yusuf Idris. The Urmann is a woman
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Memoria, ḏikrā ذكرى

ذكرى ḏikrā (n.f.), ذِكْرَيَات ‎  ḏikrayāt (pl.): memoria, ricordo, rimembranza ✏ (he) זֵכֶר zécher ✏ (en) memory, recollection, remembrance; (de) Erinnerung, Gedenken, Gedächtnis; (es) memoria, recuerdo; ذكر ḏakara (v.),  يَذْكُرُ‎  yaḏkuru: ricordare, rammentare; tenere a mente ✏ (he) זָכַר  zachár ∗ ∗ ∗ Lettere  ذال  ḏāl è la nona lettera dell’alfabeto arabo — — — Immagine: […]

La cultura a confronto/scontro alla 47° Fiera del Libro del Cairo

Si inaugura oggi al Cairo la 47° edizione della Fiera internazionale del Libro del Cairo, che resterà aperta fino al prossimo 10 febbraio.    Quest’anno gli editori presenti saranno 850 (di cui 550 egiziani, 250 arabi e 50 stranieri, più 110 stand di libri usati), provenienti da 34 paesi diversi, di cui 21 arabi. Il … Continua a leggere La cultura a confronto/scontro alla 47° Fiera del Libro del Cairo

La Tunisia scossa da nuove rivolte

kasser 110Il 14 gennaio ha festeggiato il quinto anniversario della Rivoluzione ma prezzi alti, disoccupazione, povertà hanno scatenato manifestazioni di protesta da Kasserine ad altri centri, estendendosi anche ad alcuni quartieri popolari di Tunisi, dove dei negozi sono stati saccheggiati. Presenza della polizia sempre più massiccia, controlli serratissimi ovunque.

Quando gli arabi esportavano il tarab

Quand les Arabes exportaient le Tarab  | babelmed | culture méditerranéenneRacconto. Tra la rivoluzione egiziana del 1919 e l’inizio della guerra del Libano nel 1975, il Medio Oriente vive una parentesi di libertà sociale e artistica benedetta. Sulle tracce di alcuni dei protagonisti di questo periodo, in un racconto basato sull’ultima graphic novel di Lamia Ziadé, per immergervi in un patrimonio culturale mitico. Perduto per sempre? (Ebticar/Le Desk)

“Much Loved” di Nabil Ayouch, anatemi e minacce

Much Loved de Nabil Ayouch | babelmed | culture méditerranéenneIn Marocco le reazioni provocate dal film Much Loved hanno raggiunto dimensioni imprevedibili. Ben al di là delle semplici condanne o richieste di toglierlo dalle sale. Del film si è discusso in Parlamento, mentre su web circolano condanne a morte per il regista e l’attrice protagonista, Loubna Abidar. (Ebticar/Arablog)

Corso di introduzione alla letteratura araba contemporanea

Dal 26 febbraio (ri)parte il corso di introduzione alla letteratura araba contemporanea che ho organizzato con la Libreria Griot di Roma.  Questo secondo ciclo è strutturato in dieci incontri settimanali di due ore ciascuno. Ci concentreremo in particolare sulla narrativa da Egitto, Libano e Palestina, e leggeremo e commenteremo insieme alcuni romanzi che ho amato … Continua a leggere Corso di introduzione alla letteratura araba contemporanea

Via! – Fotografia di strada

via foto 110In mostra il progetto fotografico iniziato nel 2014 dal Goethe-Institut, con 10 fotografi – 5 in Germania e 5 in Italia – che nell’arco di un anno hanno fotografato secondo i canoni della fotografia di strada. Museo di Roma in Trastevere – 30 gennaio – 3 aprile 2016

Animazione culturale al Cairo

Etincelles contemporaines: vidéo, performance e urbanisme au Caire | babelmed | culture méditerranéenneUn progetto artistico in un caffè, un laboratorio urbanistico nippo-egiziano e l’annuale festival 2B Continued dedicato alla performance in tutte le sue declinazioni: così al Cairo l’arte contemporanea e lo spettacolo coinvolgono in maniera originale il pubblico. (Ebticar/Mada Masr)

Giocattoli per curare i traumi della guerra

War-Toys : un projet photographique pour dépasser les traumatismes de guerre | babelmed | culture méditerranéenneIl progetto fotografico War-Toys di Brian McCarthy, che per oltre vent’anni ha fotografato giocattoli per i più grandi brand internazionali, racconta la guerra in maniera penetrante, e insieme aiuta i piccoli a superare il trauma Ricreare i ricordi di bambini e bambine la cui infanzia è stata travolta dalla guerra, utilizzando i giocattoli trovati in Palestina, Israele, Libano.(Ebticar/Mashallah News)

Appello al fianco degli accademici turchi

appello turchia 110Da settimane in Turchia è in corso un vero e proprio attacco ai danni della popolazione curda, in particolare nell’est del paese: a Sur, Silvan, Nusaybin, Cizre, così come in molte altre città, attraverso un coprifuoco che dura ormai da due mesi, si è venuto a delineare un vero e proprio scenario di guerra, nella quale l’esercito turco continua ad attentare con l’utilizzo di armi pesanti alle vite dei curdi.

La mia prima spesa in arabo, تَسَوُّق tasawwuq

  Dopo un mesetto di esercitazioni nell’ascolto, nella pronuncia e nella scrittura, ho provato a fare la spesa (تَسَوَّقَ ‎  tasawwaqa). Dalla mia prima spesa (تَسَوُّق ‎  tasawwuq) ho portato a casa frutta fresca e qualche conoscenza in più sull’arabo e sulle influenze e i “passaggi” fra diverse lingue e culture.   برتقال, burtuqāl  e  […]

Al Salone del Libro “Visioni” e cultura araba

lib to 2016 110Si svolgerà dal 12 al 19 maggio a Torino, al Lingotto, la 29^ edizione della kermesse internazionale. Dopo le polemiche e i buchi di bilancio, nuova progettualità e sostegni. Tra gli ospiti: il direttore del Museo del Bardo di Tunisi, Moncef Ben Moussa, il poeta siriano libanese Adonis, il narratore algerino Yasmina Khadra

Alfabeto arabo: grafia e trascrizione delle lettere

L’alfabeto arabo, أبجدية عربية‎  ’abjadiyyah ‘arabiyyah, è composto da 28 grafemi e trascrive solo le consonanti e le tre vocali lunghe ā, ī, ū, rappresentate dai grafemi semiconsonantici ﺎ ˀalif, ﻭ wāw e ﻱ yāˀ. Ventidue lettere si legano l’una all’altra all’interno della parola (a destra con la lettera che precede, a sinistra con la lettera che segue), […]

“No al raduno nazifascista europeo”

anpi 110Il Comitato Permanente Antifascista contro il terrorismo per la difesa dell’ordine repubblicano manifesta la sua profonda preoccupazione per il convegno nazifascista europeo, a Milano, domenica 24 gennaio. “Movimenti nazionalisti, xenofobi e razzisti individuano un nemico esterno su cui scaricare tutte le responsabilità e le frustrazioni del nostro tempo”

Antigone di Shatila

ANTIGONE1 110Lo spettacolo Antigone di Shatila è nato dai laboratori condotti da Omar Abusadaa, regista, e Mohammad Al Attar, drammaturgo, che hanno riunito per otto settimane donne siriane e palestinesi rifugiate nei campi di Bourj al Barajneh, di Sabra e Shatila in Libano alcune da qualche mese, altre da anni.

Le letterature arabe ospiti al Salone del Libro di Torino 2016

Oggi si è svolta la conferenza stampa di presentazione del prossimo Salone del Libro di Torino, che si terrà nella capitale piemontese dal 12 al 16 maggio, e che vede confermata la presenza del focus sulle letterature arabe.  Intanto vi faccio leggere il punto del comunicato stampa in cui si parla del focus che sarà … Continua a leggere Le letterature arabe ospiti al Salone del Libro di Torino 2016

Antologie e divulgazione

È da poco uscita in libreria una nuova antologia di testi letterari della letteratura araba contemporanea: Antologia della letteratura araba contemporanea. Dalla Nahda a oggi, a cura di Maria Avino, Isabella Camera d’Afflitto e Alma Salem (Carocci ed., 2015, 29 euro).  Raccoglie 48 brevi estratti di opere di autori della letteratura araba dalla Nahda, il … Continua a leggere Antologie e divulgazione

In viaggio con Ibn Battuta

ibn 110Fotografie di Roberto Ferrario. Un percorso per immagini attraverso 18 Paesi e due continenti sulle orme del grande esploratore berbero. Inaugurazione della mostra il 14 gennaio 2016, ore 18 a Torino, al centro culturale Dar al-Hikma. Resterà fino al 6 febbraio.

In viaggio con Ibn Battuta

ibn 110Fotografie di Roberto Ferrario. Un percorso per immagini attraverso 18 Paesi e due continenti sulle orme del grande esploratore berbero. Inaugurazione della mostra il 14 gennaio 2016, ore 18 a Torino, al centro culturale Dar al-Hikma. Resterà fino al 6 febbraio.

Clima, ultima chiamata

accord 110Scioglimento dei ghiacciai, innalzamento dei mari, desertificazione, piccole isole destinate a scomparire e crisi idriche. Le analisi di alcuni dei massimi esperti mondiali di climatologia sul fronte della lotta ai cambiamenti climatici emerse al “XII Forum internazionale dell’informazione per la salvaguardia della natura” organizzato da Greenaccord a Rieti.

Clima, ultima chiamata

accord 110Scioglimento dei ghiacciai, innalzamento dei mari, desertificazione, piccole isole destinate a scomparire e crisi idriche. Le analisi di alcuni dei massimi esperti mondiali di climatologia sul fronte della lotta ai cambiamenti climatici emerse al “XII Forum internazionale dell’informazione per la salvaguardia della natura” organizzato da Greenaccord a Rieti.

Conversazioni poetiche per Ashraf Fayadh

Oggi in tutto il mondo si terranno reading e incontri per parlare del caso dell’artista palestinese Ashraf Fayadh, condannato alla pena capitale in Arabia Saudita. In questo post di oggi troverete il punto sulla vicenda, le traduzioni in italiano delle poesie e l’elenco degli appuntamenti italiani che fanno parte della campagna internazionale Life and Freedom … Continua a leggere Conversazioni poetiche per Ashraf Fayadh

#FreeAshraf

Come già scritto in un post precedente, oggi si tengono in tutto il mondo reading delle poesie di Ashraf Fayadh. Anche in Italia, sono previsti eventi a Milano-Napoli-La Spezia-Bologna-Pescara-Bari-Sassari-Villacidro-Ravenna-Formia-Pontedera-Spinea-Roma, grazie all’interessamento di Chiara Comito. A Milano ci vediamo alle ore … Continua a leggere

#FreeAshraf
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

#FreeAshraf

Come già scritto in un post precedente, oggi si tengono in tutto il mondo reading delle poesie di Ashraf Fayadh. Anche in Italia, sono previsti eventi a Milano-Napoli-La Spezia-Bologna-Pescara-Bari-Sassari-Villacidro-Ravenna-Formia-Pontedera-Spinea-Roma, grazie all’interessamento di Chiara Comito. A Milano ci vediamo alle ore … Continua a leggere

#FreeAshraf
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

“Islamico” e “islamista”, significato e uso

Islamico  e  islamista: valore semantico dei suffissi italiani e uso giornalistico dei termini […] L’aggettivo e il sostantivo islamico  derivano dal nome arabo Islām (إسلام), che designa la fede musulmana, ma anche il sistema politico-culturale correlato, e ancora l’insieme delle nazioni che professano tale religione; a Islam si aggiunge il suffisso -ico. Islamista, aggettivo e […]

Annunciati i candidati al Premio internazionale per la narrativa araba 2016

Ieri sono stati ufficialmente annunciati i titoli dei sedici romanzi che concorrono per la nona edizione del Premio internazionale per il romanzo arabo (IPAF/Arabic Booker). I libri sono stati selezionati da un giuria, ancora segreta, su un totale di 159 romanzi pubblicati in arabo negli ultimi 12 mesi e provenienti da 18 paesi. L’Egitto la fa … Continua a leggere Annunciati i candidati al Premio internazionale per la narrativa araba 2016

Casa, بيت bayt دار dār منزل manzil

Tre parole per casa بيت bayt (n.m.), بُيُوت ‎  buyūt / بُيُوتَات ‎  buyūtāt (pl.): casa, edificio; stanza, appartamento دار dār (n.f.), دُور ‎  dūr / دِيَار ‎  diyār / دِيَارَات ‎  diyārāt / دِيَرَة ‎  diyara (‎pl.): casa; edificio منزل manzil (n.m.), ‎ مَنَازِل ‎  manāzil (pl.): casa, dimora, abitazione   Questi tre sinonimi […]

Intervista a Amara Lakhous

[Ho realizzato questa intervista ad Amara molti anni fa, subito dopo averlo conosicuto e aver letto il suo “Le cimici e il pirata”, recentemente ripubblicato con un titolo diverso. La ripropongo perché mi pare molto attuale. L’intervista è stata pubblicata … Continua a leggere

Intervista a Amara Lakhous
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Intervista a Amara Lakhous

[Ho realizzato questa intervista ad Amara molti anni fa, subito dopo averlo conosicuto e aver letto il suo “Le cimici e il pirata”, recentemente ripubblicato con un titolo diverso. La ripropongo perché mi pare molto attuale. L’intervista è stata pubblicata … Continua a leggere

Intervista a Amara Lakhous
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

La letteratura e lo straniero

Sulla rivista tradurre, Mariarosa Bricchi, editor di Calabuig (Jaka Book) racconta cosa voglia dire fare l’editor di narrativa internazionale, e cosa voglia dire farlo con passione, curiosità intellettuale e competenza.  Calabuig è una collana di romanzi e racconti che fa parte dell’universo editoriale di Jaka Book e pubblica testi di narrativa straniera accomunati dal tema … Continua a leggere La letteratura e lo straniero

Il mare del diluvio

[Traduzione del racconto di Zuhūr Wanīsī, “Baḥr aṭ-ṭūfān” originariamente pubblicato in Aẓ-ẓilāl al-mumtada, Aš-šarika al-waṭaniyya li-n-našr wa-t-tawzī‘, Al-ğazā’ir 1985. L’edizione cui faccio riferimento è quella delle opere complete di Wanīsī, Rūsīkādā wa-l-uḫriyāt, Dār al-hūma, Al-ğazā’ir 2007, vol. I, pp. 361-371.] … Continua a leggere

Il mare del diluvio
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Il mare del diluvio

[Traduzione del racconto di Zuhūr Wanīsī, “Baḥr aṭ-ṭūfān” originariamente pubblicato in Aẓ-ẓilāl al-mumtada, Aš-šarika al-waṭaniyya li-n-našr wa-t-tawzī‘, Al-ğazā’ir 1985. L’edizione cui faccio riferimento è quella delle opere complete di Wanīsī, Rūsīkādā wa-l-uḫriyāt, Dār al-hūma, Al-ğazā’ir 2007, vol. I, pp. 361-371.] … Continua a leggere

Il mare del diluvio
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Fuḍālat al-ḫiwān fī ṭayyibāt aṭ-ṭa‘ām wa-l-alwān

        Ibn Razīn at-Tuğībī, Fuḍālat al-ḫiwān fī ṭayyibāt aṭ-ṭa‘ām wa-l-alwān, eيizione a cura di Iḥsān ‘Abbās, Dār al-ġarb al-islāmī, Bayrūt 1984 At-Tuğībī (1227-1293) fu un giurista, poeta e gastronomo originario di Murcia. Poco si sa della sua … Continua a leggere

Fuḍālat al-ḫiwān fī ṭayyibāt aṭ-ṭa‘ām wa-l-alwān
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Glossario di arabismi in italiano / 2

‘Neoislamismi’ contemporanei: parole della vita quotidiana, della  politica e della religione In fase moderna sono entrate in italiano parole arabe relative alla religione e alla politica musulmane, in qualche caso in veste turca (muezzin, musulmano) o persiana (ayatollah), insieme a voci tratte dalla vita quotidiana (cucina e vestiario). Gli  arabismi  rientrano nella più vasta categoria […]

MOURNING IS BEAUTIFUL: TA’ZIYEH AND GENDER AFFIRMATION IN SOUTH IRAN

South Iran presents striking peculiarities in the way women participate in Muharram ceremonies. My paper is based on ethnographic research carried out among women performers in Muharram rituals in South Iran, in particular in the Gulf area; it shows how women, by claiming their right to perform in a public arena, are also asking to be […]

MOURNING IS BEAUTIFUL: TA’ZIYEH AND GENDER AFFIRMATION IN SOUTH IRAN

South Iran presents striking peculiarities in the way women participate in Muharram ceremonies. My paper is based on ethnographic research carried out among women performers in Muharram rituals in South Iran, in particular in the Gulf area; it shows how women, by claiming their right to perform in a public arena, are also asking to be […]

MOURNING IS BEAUTIFUL: TA’ZIYEH AND GENDER AFFIRMATION IN SOUTH IRAN

South Iran presents striking peculiarities in the way women participate in Muharram ceremonies. My paper is based on ethnographic research carried out among women performers in Muharram rituals in South Iran, in particular in the Gulf area; it shows how women, by claiming their right to perform in a public arena, are also asking to be […]

Glossario di arabismi in italiano / 1

Arabismi in italiano: parole della cultura materiale e tecnicismi delle scienze Gli  arabismi  sono esotismi provenienti da diverse varietà di arabo, in particolare maghrebine, entrati nel vocabolario italiano a partire dal Medioevo fino ai giorni nostri. La maggior parte dei prestiti arabi in italiano ha un senso concreto: si tratta di parole della cultura materiale – […]

Riposo e quiete, rāḥa راحة

راحة rāḥa (n.f.): riposo, pausa; tranquillità, quiete ➳ rāḥa (n.f.), ‎ رَاحَات ‎  rāḥāt / رَاح ‎  rāḥ (pl.): palmo della mano ∗ ∗ ∗ Lettere  راء  rāʼ è la decima lettera dell’alfabeto arabo — — — Immagini: Illustrazione di © Jean-Michel Folon, da Pinterest; Wikimedia Commons, CC BY-SA 3.0  

Fede e fiducia, thiqah ثقة

Una parola per l’anno che viene ثقة thiqah (n.f.), ثقات  thiqaat (pl.): fede, fiducia ✏ (en.) faith, confidence, trust; (de.) Vertrauen; (es.) confianza ∗ ∗ ∗ Lettere  ثاء  thāʼ/ṯāʼ è la quarta lettera dell’alfabeto arabo   تاء مربوطة  tāʼ marbūta (“ta legata”) è una lettera aggiuntiva – variante di tāʼ (ﺕ) – usata solo a fine […]

Domani è un altro giorno. Una recensione

Per caso, ho letto che Silvia Lutzoni ha scritto una recensione del romanzo di Abdelhamid Benhaduga Domani è un altro giorno. Naturalmente incuriosita le ho chiesto se poteva farmene avere copia e genitlmente me l’ha inviata. Ve la propongo qui … Continua a leggere

Domani è un altro giorno. Una recensione
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Risorse online per la lingua araba

Strumenti e risorse online per imparare l’arabo     🔊  Ascolto, pronuncia e fonetica Per ascoltare termini ed espressioni letti da parlanti madrelingua di diversi paesi arabi e per conoscere trascrizione fonetica e traslitterazione delle lettere dell’alfabeto (in inglese): Guida alla pronuncia in Arabo – Forvo    Arabic alphabet, pronunciation and language – Omniglot, © […]

Buone feste, A’yād Sa’īdah أعياد سعيدة

      A’yād Sa’īdah è il corrispettivo in arabo delle tradizionali frasi augurali per il periodo natalizio (it. Buone feste, ted. Frohe Festtage/Feiertage, ingl. Happy Holidays, spa. Felices fiestas…). عيد ʿīd (n.m.), ‎أَعْيَاد ‎ʾaʿyād (pl.): festa, festività سعيد saʿīd (agg.), سَعِيدَة ‎  saʿīda (fem.), أَسْعَد ‎  ʾasʿad (elativo): felice, lieto ∗ ∗ ∗ Lettere […]

Iniziative italiane per il poeta Ashraf Fayadh

Il Festival Internazionale di Letteratura di Berlino ha lanciato un appello internazionale a persone, organizzazioni, scuole e media, affinchè si mobilitino per supportare il caso di Ashraf Fayadh, il poeta e artista palestinese detenuto in Arabia Saudita con l’accusa di apostasia e che, dopo aver passato due anni in carcere (senza aver mai potuto consultare … Continua a leggere Iniziative italiane per il poeta Ashraf Fayadh

Saluto, salām سلام

Formule di cortesia (ادب  adab) / 1 Salutare, سلم  sallama   salām (n.m.), ‎ سَلَامَات ‎  salāmāt (pl.): (inter.) ‘ciao’; saluto; pace سلم sallama (v.): salutare; proteggere ● Il saluto rituale musulmano, oggi utilizzato per salutare persone conosciute e sconosciute: السلام عليكم  as-salāmu ʿalaykum (inter.): “la pace sia con te/voi” وعليكم السلام wa-ʿalaykumu s-salāmu (inter.): […]

Anno record per le notizie sugli immigrati

carta 110Rapporto “Notizie di confine”, il terzo dell’associazione Carta di Roma. Analisi, da parte dell’Osservatorio di Pavia, nel 2015, delle prime pagine di cinque quotidiani nazionali e i notiziari di prima serata di Rai, Mediaset, La7. Crescono dell’80% le notizie sui giornali, con 1452 titoli in prima pagina negli ultimi dieci mesi. Aumento del 25% di notizie per le televisioni. Toni allarmistici.

Anno record per le notizie sugli immigrati

carta 110Rapporto “Notizie di confine”, il terzo dell’associazione Carta di Roma. Analisi, da parte dell’Osservatorio di Pavia, nel 2015, delle prime pagine di cinque quotidiani nazionali e i notiziari di prima serata di Rai, Mediaset, La7. Crescono dell’80% le notizie sui giornali, con 1452 titoli in prima pagina negli ultimi dieci mesi. Aumento del 25% di notizie per le televisioni. Toni allarmistici.

MUZZIKA ! Dicembre 2015

MUZZIKA ! Décembre 2015 | babelmed | culture méditerranéenneIl colpo di fulmine di questo mese è per Taxidi, gruppo di musicisti viaggiatori provenienti dal Belgio. Ancora dal Belgio, Vardan Hovanissian e Emre Gültekin ci regalano un duo che riconcilia le musiche armene e turche, un tempo una cosa sola in molte città dell’Asia Minore. Philippe Petrucciani e Nathalie Blanc propongono un jazz francese swing e romantico, un jazz con quel french touch che conquista il mondo intero. Arifa riunisce musicisti e voci parlate o cantate della Cina e della Germania, per una creazione dallo spirito estremamente contemporaneo. Buika riprende le proprie radici africane e la musica della sua generazione, regalandoci del reggae, dell’hip-hop e testi in inglese. Matthieu Saglio accompagna la voce di Nesrine Belmokh con il suo violoncello, che non si smentisce mai. Buone feste di fine anno… in musica!

Ashraf Fayadh e il Festival Internazionale di Berlino

              Il 14 gennaio 2016 è la giornata dedicata a un reding internazionale in sostegno ad Ashraf Fayadh, poeta palestinese condannato a morte in Arabia Saudita. Il reading fa parte di una campagna internazionale … Continua a leggere

Ashraf Fayadh e il Festival Internazionale di Berlino
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Il nostri senatori parlano di “teodispotismo coranico”!

Stavo cercando dei dati sulla violenza domestica e guardate in che cosa mi sono imbattuta: http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=904213 un gruppo di nostri baldi senatori che, fingendo di parlare di violenza contro le donne, inscenato il solito teatrino islamofobico nel quale le musulmane sono definite come vittime del “teodispotismo coranico”! Vale proprio la pena che li paghiamo profumatamente….

Il nostri senatori parlano di “teodispotismo coranico”!

Stavo cercando dei dati sulla violenza domestica e guardate in che cosa mi sono imbattuta: http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=904213 un gruppo di nostri baldi senatori che, fingendo di parlare di violenza contro le donne, inscenato il solito teatrino islamofobico nel quale le musulmane sono definite come vittime del “teodispotismo coranico”! Vale proprio la pena che li paghiamo profumatamente….

Il nostri senatori parlano di “teodispotismo coranico”!

Stavo cercando dei dati sulla violenza domestica e guardate in che cosa mi sono imbattuta: http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=904213 un gruppo di nostri baldi senatori che, fingendo di parlare di violenza contro le donne, inscenato il solito teatrino islamofobico nel quale le musulmane sono definite come vittime del “teodispotismo coranico”! Vale proprio la pena che li paghiamo profumatamente….

Lo scrittore libanese Hassan Daoud vince il premio Nagib Mahfouz per la letteratura 2015

Sabato 11 dicembre, lo scrittore e giornalista libanese Hassan Daoud ha ricevuto al Cairo il Premio letterario “Nagib Mahfouz” per il suo romanzo Nessuna strada per il Paradiso (La tariq ila al-Janna). Il premio, intitolato al grande scrittore egiziano Nagib Mahfouz, Nobel per la letteratura nel 1988, e che viene consegnato il giorno in cui … Continua a leggere Lo scrittore libanese Hassan Daoud vince il premio Nagib Mahfouz per la letteratura 2015

Conferenza dell’European Labour History Network (ELHN)

elhn 110A Torino dal 14-16 dicembre oltre 200 studiosi da tutta Europa. Organizzata dalla Società Italiana di Storia del Lavoro (SISLav) e dall’Istituto per la Memoria e la Cultura del Lavoro e dei Diritti Sociali (ISMEL). Gruppi di discussione su: migrazioni, lavoro delle donne, lavoro agricolo e industriale, relazioni sindacali.

Le rose di Persia. Nove racconti di donne iraniane

Questa antologia offre una panoramica sulla produzione di alcune delle maggiori Autrici iraniane contemporanee espressa attraverso il genere del racconto breve – il più congeniale alla letterate a cavallo della Rivoluzione, in quanto strumento duttile, adatto sia a rendere spaccati di vita familiare e quotidiana, sia a descrivere – e perlopiù a criticare – le condizioni […]

Le rose di Persia. Nove racconti di donne iraniane

Questa antologia offre una panoramica sulla produzione di alcune delle maggiori Autrici iraniane contemporanee espressa attraverso il genere del racconto breve – il più congeniale alla letterate a cavallo della Rivoluzione, in quanto strumento duttile, adatto sia a rendere spaccati di vita familiare e quotidiana, sia a descrivere – e perlopiù a criticare – le condizioni […]

Due poesie di Adonis

Propongo due poesie di Adonis nella mia versione in italiano [per chi ne volesse leggere altre versioni ne circolano diverse nel web]. Per quanto riguarda la prima, dove nel testo si parla di “dietro” (in arabo خلف) bisogna intendere “davanti”. … Continua a leggere

Due poesie di Adonis
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Lamentarsi a qualcosa serve

Il 18 novembre 2015 ho pubblicato un post (qui) nel quale, con tanto di fotografie, lamentavo che alla libreria Feltrinelli i libri relativi a ISIS e simili venivano indicizzati con: ideologia, religione, fanatismo, terrore. Oggi la fotografia è la seguente: … Continua a leggere

Lamentarsi a qualcosa serve
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Addio a Fatema Mernissi, femminista islamica

mernissi stef 110Morta a 75 anni a Rabat, dove ha insegnato per molti anni, la scrittrice e sociologa marocchina è stata una intellettuale lucida e brillante, impegnata a rinnovare da una prospettiva laica la cultura arabo-islamica, e nella liberazione delle donne anche attraverso i suoi numerosi libri. Ha demistificato l’immaginario occidentale sull’Islam e il mondo arabo, convinta che sia sbagliata l’idea secondo cui Islam e democrazia sono incompatibili.

Addio a Fatema Mernissi, femminista islamica

mernissi stef 110Morta a 75 anni a Rabat, dove ha insegnato per molti anni, la scrittrice e sociologa marocchina è stata una intellettuale lucida e brillante, impegnata a rinnovare da una prospettiva laica la cultura arabo-islamica, e nella liberazione delle donne anche attraverso i suoi numerosi libri. Ha demistificato l’immaginario occidentale sull’Islam e il mondo arabo, convinta che sia sbagliata l’idea secondo cui Islam e democrazia sono incompatibili.

Dalla Siria a Milano, sbarca la sofferenza urbana

nur 110Il film “Nur” è la storia di una volontaria (Zena Abram) che lavora in un centro di accoglienza di Milano e che si trova di fronte alla richiesta di aiuto da parte di una profuga siriana. Realizzato da due giovani registi, Andrea Brusa Marco Scotuzzi è stato presentato quest’anno al Souq Film Festival e ha vinto il prestigioso premio del pubblico.

Dalla Siria a Milano, sbarca la sofferenza urbana

nur 110Il film “Nur” è la storia di una volontaria (Zena Abram) che lavora in un centro di accoglienza di Milano e che si trova di fronte alla richiesta di aiuto da parte di una profuga siriana. Realizzato da due giovani registi, Andrea Brusa Marco Scotuzzi è stato presentato quest’anno al Souq Film Festival e ha vinto il prestigioso premio del pubblico.

Quanto è difficile fare cinema in Algeria!

Dur, dur de faire des films en Algérie! | babelmed | art - culture - spectacle - cinéma - concert - musique - méditerranéeNel 1962, subito dopo l’Indipendenza, in Algeria si contavano 450 sale cinema. Sessant’anni dopo ne restano solo una ventina. Il più grande paese africano mette a disposizione una sala ogni 1,7 milioni di abitanti. Abdenour Hochiche, da tredici anni organizza le “Rencontre cinématographiques di Béjaïa” (RCB). Un evento raro che permette ogni anno di vedere gli ultimi successi e le novità.

Quanto è difficile fare cinema in Algeria!

Dur, dur de faire des films en Algérie! | babelmed | art - culture - spectacle - cinéma - concert - musique - méditerranéeNel 1962, subito dopo l’Indipendenza, in Algeria si contavano 450 sale cinema. Sessant’anni dopo ne restano solo una ventina. Il più grande paese africano mette a disposizione una sala ogni 1,7 milioni di abitanti. Abdenour Hochiche, da tredici anni organizza le “Rencontre cinématographiques di Béjaïa” (RCB). Un evento raro che permette ogni anno di vedere gli ultimi successi e le novità.

Ma ci restano le parole…

oumh 110Non ho sentito l’odore della morte e delle armi, né ho provato il terrore di questa gente ricoperta del sangue di quelli che non hanno sopravvissuto al loro fianco. Non ho dovuto correre, disorientata per strada, agghiacciata dalle detonazioni alle mie spalle. Non ho dovuto scoprire di aver perso un essere caro quella sera. Eppure, come per altre migliaia di persone, il mondo intorno a me è crollato, in modo indicibile ed imprevedibile.

Ma ci restano le parole…

oumh 110Non ho sentito l’odore della morte e delle armi, né ho provato il terrore di questa gente ricoperta del sangue di quelli che non hanno sopravvissuto al loro fianco. Non ho dovuto correre, disorientata per strada, agghiacciata dalle detonazioni alle mie spalle. Non ho dovuto scoprire di aver perso un essere caro quella sera. Eppure, come per altre migliaia di persone, il mondo intorno a me è crollato, in modo indicibile ed imprevedibile.

Il poeta palestinese ASHRAF FAYADH condannato a morte

  Ashraf Fayadh è stato condannato a morte. Potete leggerlo qui e qui A gennaio, con editoria araba e Silvia Moresi abbiamo provato a tradurre alcune sue poesie, per far sapere che esiste, qui. Purtroppo nessuno ha raccolto l’invito. Tradurlo potrebbe … Continua a leggere

Il poeta palestinese ASHRAF FAYADH condannato a morte
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

بركات Barakàt 2-Letteratura

Seconda puntata. Nella lista del Libraio la letteratura araba brilla per assenza. La domanda è: perché? Visto che ho sostenuto nel post di ieri che la scelta non è casuale come vorrebbe apparire, ho collegato questa assenza all’imperare del pensiero unico e al … Continua a leggere

بركات Barakàt 2-Letteratura
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

L’Isis e le complicità di al-Asad

13 solera 110Gli attacchi terroristici del 13 novembre sono stati una vera e propria campagna militare. Una coincidenza che siano avvenuti alla vigilia del secondo round di negoziazioni tra le potenze interessate dalla crisi siriana? Al centro, il futuro del paese con o senza al-Asad che per re-legittimarsi a livello internazionale – ma dovrebbe essere giudicato per crimini contro l’umanità – si presenta come un baluardo contro l’avanzata di Daesh mentre invece ha interessi e connessioni comuni.

L’Isis e le complicità di al-Asad

13 solera 110Gli attacchi terroristici del 13 novembre sono stati una vera e propria campagna militare. Una coincidenza che siano avvenuti alla vigilia del secondo round di negoziazioni tra le potenze interessate dalla crisi siriana? Al centro, il futuro del paese con o senza al-Asad che per re-legittimarsi a livello internazionale – ma dovrebbe essere giudicato per crimini contro l’umanità – si presenta come un baluardo contro l’avanzata di Daesh mentre invece ha interessi e connessioni comuni.

Daesh, ISIS, ISIL, IS

Mi è capitato di leggere una sorta di articolo dal titolo “Perché alcuni chiamano l’ISIS Daesh?’ pubblicato il 15 novembre 2015 (qui). Dato che non mi era chiaro quello che avevo letto, sono andata a cercarmi l’originale, pubblicato il 19 febbraio … Continua a leggere

Daesh, ISIS, ISIL, IS
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Lo scrittore libano-canadese Wajdi Mouawad a Roma presenta il suo “Anima”

Questo sabato a Roma verrà presentato il romanzo Anima, dello scrittore libanese-canadese Wajdi Mouawad, tradotto dal francese da Antonella Conti e pubblicato quest’anno da Fazi editore. L’evento è inserito nel Festival de la fiction française, ancora in corso. Wahhch Debch un giorno torna a casa e trova l’amata moglie morta in una pozza di sangue, il … Continua a leggere Lo scrittore libano-canadese Wajdi Mouawad a Roma presenta il suo “Anima”

Venti di guerra

  Stamattina ho letto sul Sole 24ore un articolo a firma Alberto Negri che auspica una “grande coalizione” alla quale partecipiano anche i paesi musulmani contrari alla politica del cosidetto stato islamico. Si tratta, sostiene, in sostanza, di mettere da parte … Continua a leggere

Venti di guerra
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Egitto, scrittura e censura: il caso contro Ahmed Nagy

Ahmed Nagy, giovane e promettente scrittore egiziano, tra pochi giorni dovrà andare in tribunale a difendere il suo romanzo, Istikhdam al-Hayat (L’uso della vita), il cui capitolo sesto (che trovate online qui) avrebbe offeso la morale per il suo “contenuto sessuale osceno”. In questo capitolo si racconta di una serata in cui il protagonista beve … Continua a leggere Egitto, scrittura e censura: il caso contro Ahmed Nagy

Nasce Mùses, Accademia europea delle essenze

mases 110A Savigliano, città del Cuneese, l’unico polo museale al mondo con una simile proposta culturale.Laboratori didattici, installazioni artistiche-sensoriali e spazi d’interazione dedicati alla storia e alla tecnologia del profumo. Presenti capolavori di Franz Staehler, Angela Colonna, Kensuke Koike, Ryts Monet, Roberto Pugliese, Tamara Repetto, Maja Smrekar, Andrej Strehovec, Špela Volčič.

Nasce Mùses, Accademia europea delle essenze

mases 110A Savigliano, città del Cuneese, l’unico polo museale al mondo con una simile proposta culturale.Laboratori didattici, installazioni artistiche-sensoriali e spazi d’interazione dedicati alla storia e alla tecnologia del profumo. Presenti capolavori di Franz Staehler, Angela Colonna, Kensuke Koike, Ryts Monet, Roberto Pugliese, Tamara Repetto, Maja Smrekar, Andrej Strehovec, Špela Volčič.

Asma Barlas, Amina Wadud e Il Corriere della Sera

Vengo a sapere che oggi 1 Ottobre, alle 15.30 presso il teatro dell’Arte di Milano si terrà un incontro nell’ambito de “Il tempo delle donne”, una serie di incontri organizzati dal Corriere della Sera. A questo incontro partecipano Asma Barlas … Continua a leggere

Asma Barlas, Amina Wadud e Il Corriere della Sera
letturearabe di Jolanda Guardi
letturearabe di Jolanda Guardi – Ho sempre immaginato che il paradiso fosse una sorta di biblioteca (J. L. Borges)

Iran e nucleare

In Iran si festeggia, anche se si respirava aria nuova già prima di questa fatidica firma con i 5+1:la Repubblica Islamica da qualche tempo ha aperto brecce verso l’Occidente, concedendo ai suoi cittadini di recarsi più agevolmente all’estero, favorendo una copiosa affluenza di turisti sull’altopiano (con conseguente rimpinguamento delle proprie casse), riallacciando rapporti culturali con […]

Nuovo testo su donne e contesti post coloniali

E’ uscito Sguardi incrociati, contesti postcoloniali e soggettività femminili in transizione (a cura di V. Pellegrino, Mesogea, 2015), contiene il mio “Sguardi incrociati e velati: dall’11 settembre 2001  all’8 gennaio 2015″.

Premio Giorgetti 2015 a Goli Taraghi

Per la raccolta di racconti La Signora Melograno Jaca Bok, 2014, traduzione a cura di Anna Vanzan http://www.premiogiorgetti.org/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=40&Itemid=66&lang=

Sulcis in fundo: l’ultima minatrice

sulcis 110Capovolgendo la prospettiva, Dal profondo propone una sorta di narrazione del mito della caverna platonica al contrario. Con le sue inquadrature lente, scurissime, i suoi dialoghi rarefatti ed essenziali, la regista Valentina Pedicini descrive il “mondo sotterraneo” con tale densità simbolica e affettiva da far apparire la realtà in superficie priva di interesse, artificiale, superflua. Babelmed

Sulcis in fundo: l’ultima minatrice

sulcis 110Capovolgendo la prospettiva, Dal profondo propone una sorta di narrazione del mito della caverna platonica al contrario. Con le sue inquadrature lente, scurissime, i suoi dialoghi rarefatti ed essenziali, la regista Valentina Pedicini descrive il “mondo sotterraneo” con tale densità simbolica e affettiva da far apparire la realtà in superficie priva di interesse, artificiale, superflua. Babelmed

Voice recorder – Registratore

Per registrare le tue lezioni e le conversazioni per la tua tesi: Sony ICDPX333 Registratore Digitale Portatile Registrazione in formato mp3/192 kbps ad alta qualità , 4 GB, uscita altoparlanti da 300 mW, slot per scheda di memoria Registrazione mp3 … Continue reading

Voice recorder – Registratore

Per registrare le tue lezioni e le conversazioni per la tua tesi: Sony ICDPX333 Registratore Digitale Portatile Registrazione in formato mp3/192 kbps ad alta qualità , 4 GB, uscita altoparlanti da 300 mW, slot per scheda di memoria Registrazione mp3 … Continue reading