Giorno: 10 marzo 2016

Amleto a Gerusalemme

amleto 110Il Teatro Stabile di Torino-Teatro Nazionale presenta in prima assoluta alle Fonderie Limone il 29 marzo 2016 “Amleto a Gerusalemme. Palestinian Kids Want To See The Sea”, con la regia di Gabriele Vacis, interpretato da Marco Paolini e da giovani attori palestinesi e italiani. 

Attenzione Sig. Presidente: l’Egitto sta regredendo

Di Charl Fouad Al-Masry. Daily News Egypt (08/03/2016) Traduzione e sintesi di Chiara Cartia. Nessuno può negare gli sforzi che il Presidente Abdel Fattah al-Sisi sta facendo per conservare la struttura dello Stato sia a livello nazionale che internazionale. Questa è un’introduzione fondamentale per impedire a chi ha cattive intenzioni di potersi opporre a quello che sto per […]

L’articolo Attenzione Sig. Presidente: l’Egitto sta regredendo sembra essere il primo su Arabpress.

Oggi a Milano, due viaggi a Oriente

Il primo al Pime (alle 18, via mosè bianchi 94) è un viaggio dentro la guerra in Afghanistan
all’interno del ciclo sulla Via della seta. Un modo un po’ anomalo di raccontare  di quella lunga strada che lungo 8mila chilometri di carovaniere ci portava fino in Cina e viceversa. Passava per Herat (una delle tante Alexandria) e Kabul, che i cinesi chiamavano Kophen. Ma oggi ci passa altro sulla via della seta. Ci passano le pallottole e le trame del nuovo Grande gioco che proveremo a raccontare.

La sera alle 21 invece, allo spazio  Oberdan, di viaggio ce n’è un’altro: quello che Felice Pesoli ha fatto con la cinepresa nella generazione che al piombo preferì i sogni e alle pallottole preferì un altro viaggio: il viaggio all’Eden. Sono contento di aver partecipato al suo lavoro che ha un bel titolo: Prima che la vita cambi noi. Una scommessa che, per quanto mi riguarda, resta ancora aperta.

Oggi a Milano, due viaggi a Oriente

Il primo al Pime (alle 18, via mosè bianchi 94) è un viaggio dentro la guerra in Afghanistan
all’interno del ciclo sulla Via della seta. Un modo un po’ anomalo di raccontare  di quella lunga strada che lungo 8mila chilometri di carovaniere ci portava fino in Cina e viceversa. Passava per Herat (una delle tante Alexandria) e Kabul, che i cinesi chiamavano Kophen. Ma oggi ci passa altro sulla via della seta. Ci passano le pallottole e le trame del nuovo Grande gioco che proveremo a raccontare.

La sera alle 21 invece, allo spazio  Oberdan, di viaggio ce n’è un’altro: quello che Felice Pesoli ha fatto con la cinepresa nella generazione che al piombo preferì i sogni e alle pallottole preferì un altro viaggio: il viaggio all’Eden. Sono contento di aver partecipato al suo lavoro che ha un bel titolo: Prima che la vita cambi noi. Una scommessa che, per quanto mi riguarda, resta ancora aperta.

Syria off Frame

Oggi pomeriggio a Roma, in via dell’Umiltà 83/c, verrà presentato SYRIA OFF FRAME, volume che raccoglie le opere d’arte di 140 artisti (poeti, registi, attori, street artist, vignettisti) siriani. Ne ho parlato qualche giorno fa su Q Code Magazine.  “Gli artisti rappresentano l’anima del popolo siriano” ha detto Mahmoud Hariri, 26 anni, ex insegnante d’ … Continua a leggere Syria off Frame

Syria off Frame

Oggi pomeriggio a Roma verrà presentato SYRIA OFF FRAME, volume che raccoglie le opere d’arte di 140 artisti (poeti, registi, attori, street artist, vignettisti) siriani. Ne ho parlato qualche giorno fa su Q Code Magazine.  “Gli artisti rappresentano l’anima del popolo siriano” ha detto Mahmoud Hariri, 26 anni, ex insegnante d’ arte ora rifugiato nel … Continua a leggere Syria off Frame