Il Marocco eletto Presidente del Consiglio direttivo del World Food Programme per il 2024

Il Marocco è stato eletto alla presidenza del Consiglio direttivo del World Food Programme (WFP) per l’anno 2024. La decisione è stata presa durante la prima sessione regolare del Consiglio, svoltasi dal 26 al 28 febbraio presso la sede del WFP a Roma.

L’articolo Il Marocco eletto Presidente del Consiglio direttivo del World Food Programme per il 2024 proviene da Arabpress.

Come investire nel mercato azionario dell’Arabia Saudita: tutto ciò che devi sapere

Uno dei principali mercati emergenti a livello globale, il mercato azionario in Arabia Saudita offre opportunità uniche per gli investitori che cercano di far crescere il proprio capitale in Medio Oriente. Ci sono diversi modi in cui è possibile investire nei mercati azionari del paese e aumentare la propria ricchezza nel corso degli anni di […]

L’articolo Come investire nel mercato azionario dell’Arabia Saudita: tutto ciò che devi sapere proviene da Arabpress.

Researching displacement and humanitarian crises

Welcome to a double book launch with Heidi Mogstad and Estella Carpi. In this book talk we will discuss research in the context of humanitarian crises. Estella Carpi and Heidi Mogstad will present their respective books The politics of crisis making and Humanitarian shame and redemption. The presentations will be followed by a discussion on their research experiences, moderated by Antonio De Lauri. […]

Prabowo Subianto ad Asiatica

Dili (Timor Est) – Chi è Prabowo Subianto – il nuovo Capo di Stato dell’Indonesia –  abbiamo cercato di spiegarlo in un post precedente. Ma cosa si riesce a scrivere in 50-60 righe? Cosa invece si può raccontare in mezz’ora? Lo abbiamo fatto nell…

Marocco come Israele, Sahara Occidentale come Cisgiordania

Il Marocco occupa il Sahara Occidentale illegalmente da 45 anni, come da 57 anni Israele occupa altrettanto illegalmente la Cisgiordania. Tale Occupazione illegale è redditizia per i due stati, è fonte di espropriazione e violenze per  le popolazioni c…

Interview with Jadaliyya on “The Politics of Crisis-Making”

Estella Carpi, The Politics of Crisis-Making. Forced Displacement and Cultures of Assistance in Lebanon (Indiana University Press, 2023). Front cover artwork by Syrian artist, visual storyteller, and clown Dima Nashawi. https://www.jadaliyya.com/Details/45712 Jadaliyya (J): What made you write this book? Estella Carpi (EC): This book is not the planned output of a single project; this means I did not […]

Un anno dopo, i fallimenti internazionali causano un aggravamento della crisi umanitaria nel nord-ovest della Siria, affermano i gruppi umanitari e per i diritti umani siriani

Siria nordoccidentale, un anno dopo il terremoto Un anno dopo, i fallimenti internazionali causano un aggravamento della crisi umanitaria nel nord-ovest della Siria, secondo quanto affermano i gruppi che si occupano dei diritti umani siriani •Le bombe …

Sul Mar Rosso: Implicazioni e Risposte Globali.

L’escalation delle tensioni nel Mar Rosso nelle ultime settimane ha portato alla ribalta un conflitto che potrebbe avere ripercussioni ben oltre le sue acque. La recente serie di attacchi dei ribelli Houthi dello Yemen, notoriamente supportati dall’Iran, contro navi commerciali, inclusa la “Gibraltar Eagle” statunitense, ha sollevato un allarme internazionale. Questi attacchi non solo hanno […]

L’articolo Sul Mar Rosso: Implicazioni e Risposte Globali. proviene da Arabpress.

Marocco: La Grave Crisi Idrica

Il Marocco sta affrontando una grave crisi idrica, aggravata da anni di siccità e cambiamenti climatici. Secondo le fonti della stampa francese, il paese sta vivendo un momento critico, avvicinandosi al quinto anno consecutivo di siccità. I livelli di riempimento dei bacini idrici sono drasticamente diminuiti, portando a una situazione allarmante. Il ministro dell’Equipaggiamento e […]

L’articolo Marocco: La Grave Crisi Idrica proviene da Arabpress.

Lebanon was already in crisis – now it’s dealing with thousands fleeing Israel-Hezbollah conflict

https://www.thejournal.ie/lebanon-displaced-people-refugees-israel-hezbollah-6270354-Jan2024/ Lebanese boys walk on the rubble of a house destroyed by an Israeli airstrike on Tuesday night, in Bint Jbeil, South Lebanon. Alamy Stock Photo THE MORNING LEAD Lebanon was already in crisis – now it’s dealing with thousands fleeing Israel-Hezbollah conflict The conflict has made it unsafe for civilians on either side of the […]

Tunisia: Le espulsioni di migranti e rifugiati alle frontiere continuano

Sintesi articolo pubblicato sul giornale francese Libération. La crisi migratoria nel Mediterraneo centrale ha raggiunto un nuovo livello di emergenza, con migliaia di migranti e rifugiati subsahariani costantemente deportati dalle autorità tunisine verso le frontiere con la Libia e l’Algeria. Questa situazione, che va avanti da mesi, è stata recentemente messa in evidenza da un […]

L’articolo Tunisia: Le espulsioni di migranti e rifugiati alle frontiere continuano proviene da Arabpress.

Algeria: Riyad propone che dei leader di Hamas si esilino nel paese nord africano.

Un documento confidenziale pubblicato da Le Monde, elaborato da un think tank di Riyadh, presenta un piano per risolvere la crisi a Gaza. Oltre all’esilio dei dirigenti del movimento islamico in Algeria, suggerisce anche il dispiegamento di una forza di mantenimento della pace araba nell’enclave palestinese. Sin dall’inizio del conflitto tra Israele e Hamas, la […]

L’articolo Algeria: Riyad propone che dei leader di Hamas si esilino nel paese nord africano. proviene da Arabpress.

Marocco: Tra le Sfide della Natura e l’Ascesa Economica

Sintesi dell’Analisi di Alexandre Kateb, Sciences Po, pubblicata sulla Tribune. Negli ultimi anni, il Marocco ha dovuto affrontare una serie di sfide esterne che hanno testato la sua resilienza. Dallo scoppio della pandemia di Covid-19 nel 2020, alla siccità eccezionale del 2022 e al terremoto di magnitudo 6,9 che ha colpito la provincia di Al-Haouz […]

L’articolo Marocco: Tra le Sfide della Natura e l’Ascesa Economica proviene da Arabpress.

Marocco: Conclusi a Marrakech i lavori della sesta edizione del Forum di cooperazione tra Russia e il mondo arabo.

Il Forum di cooperazione tra Russia e il mondo arabo ha aperto i suoi lavori mercoledì a Marrakech nella sua sesta edizione. Questo incontro, di natura regionale, si è tenuto al livello dei ministri degli Affari Esteri ed è stato presieduto dal Ministro degli Affari Esteri, della Cooperazione Africana e dei Marocchini Residenti all’Estero, il […]

L’articolo Marocco: Conclusi a Marrakech i lavori della sesta edizione del Forum di cooperazione tra Russia e il mondo arabo. proviene da Arabpress.

Marocco: Dialogo e Cooperazione nel Forum Russo-Mondo Arabo.

Il 20 dicembre 2023, la storica città di Marrakech, si prepara ad accogliere un evento di rilevanza geopolitica: la 6ª edizione del Forum di Cooperazione tra Russia e Mondo Arabo. Questo incontro, che si terrà a livello dei Ministri degli Affari Esteri, è frutto di un impegno decennale, avendo le sue radici nel memorandum firmato […]

L’articolo Marocco: Dialogo e Cooperazione nel Forum Russo-Mondo Arabo. proviene da Arabpress.

Marocco: nuovo record di turisti

Il Marocco celebra un traguardo storico nel settore turistico, con un numero di visitatori che ha superato i livelli pre-pandemia. Il ministero del Turismo del Marocco ha comunicato dati impressionanti: 13,2 milioni di turisti hanno visitato il paese nei primi undici mesi del 2023, battendo il precedente record di 12,9 milioni raggiunto nel 2019. Questi […]

L’articolo Marocco: nuovo record di turisti proviene da Arabpress.

L’Evoluzione dell’Industria Aeronautica in Marocco – Il Caso Safran

L’industria aeronautica marocchina, con Safran al suo fulcro, sta ridefinendo gli standard di produzione e innovazione nel settore. Recentemente, il gigante industriale francese Safran ha evidenziato l’importanza strategica del Marocco per le sue attività, rivelando investimenti significativi e piani di espansione durante una visita nel paese il 5 e 6 dicembre. Questa mossa sottolinea l’importanza […]

L’articolo L’Evoluzione dell’Industria Aeronautica in Marocco – Il Caso Safran proviene da Arabpress.

La Strategia di Telecom Egypt e le Sue Ripercussioni nel Settore delle Telecomunicazioni

Telecom Egypt, uno dei principali attori nel settore delle telecomunicazioni del paese, è attualmente impegnata in trattative con tre aziende, sia locali che straniere, per la vendita di una parte del suo portafoglio di torri. Le offerte ricevute variano tra 150 e 250 milioni di dollari e riguardano circa 2.500 delle 2.800 torri dell’azienda. I […]

L’articolo La Strategia di Telecom Egypt e le Sue Ripercussioni nel Settore delle Telecomunicazioni proviene da Arabpress.

La Crisi dei Rifugiati Palestinesi e le Sue Ripercussioni Regionali e Internazionali

L’attuale guerra in corso a Gaza da parte di Israele ha innescato un drammatico esodo di centinaia di migliaia di palestinesi verso il confine egiziano a Rafah. In questa regione, i rifugiati sono costretti a vivere in condizioni precarie e sovraffollate, con la diffusione di malattie e situazioni descritte dalle Nazioni Unite come “estreme”. Questa […]

L’articolo La Crisi dei Rifugiati Palestinesi e le Sue Ripercussioni Regionali e Internazionali proviene da Arabpress.

L’Espansione della Protezione Marittima degli Stati Uniti e degli Stati Arabi nel Mar Rosso

In un contesto di crescente tensione e instabilità nella regione del Mar Rosso, gli Stati Uniti hanno annunciato il lancio di una forza marittima espansa, coinvolgendo gli stati arabi, per combattere gli attacchi sempre più frequenti degli Houthi, partendo dai porti dello Yemen, contro il trasporto commerciale nella regione. Questa nuova iniziativa, provvisoriamente intitolata “Operazione […]

L’articolo L’Espansione della Protezione Marittima degli Stati Uniti e degli Stati Arabi nel Mar Rosso proviene da Arabpress.

Cina e la sua Visione per il Medio Oriente.

Il recente incontro trilaterale (15-12-2023) tra Cina, Arabia Saudita e Iran, conclusosi a Pechino, segna un momento storico nella geopolitica del Medio Oriente. Wang Yi, membro del Politburo del Partito Comunista Cinese e Ministro degli Esteri, ha chiaramente delineato una visione in cui il Medio Oriente non dovrebbe più essere l’arena geopolitica delle grandi potenze, […]

L’articolo Cina e la sua Visione per il Medio Oriente. proviene da Arabpress.

Verso un Nuovo Orizzonte: Il Rafforzamento delle Relazioni Marocco-Spagna.

Dalla collaborazione economica e politica alla lotta contro il terrorismo e l’immigrazione irregolare: il rafforzamento del rapporto tra Marocco e Spagna Negli ultimi anni, il rapporto tra il Marocco e la Spagna ha registrato un rafforzamento notevole, consolidandosi su vari fronti, dalla cooperazione economica alla lotta congiunta contro il terrorismo e l’immigrazione irregolare. Questa evoluzione […]

L’articolo Verso un Nuovo Orizzonte: Il Rafforzamento delle Relazioni Marocco-Spagna. proviene da Arabpress.

Marocco: visita Albares rafforza partnership strategica con la Spagna.

Rabat, 13/12/2023 (MAP) – Il Ministro degli Affari Esteri, dell’Unione Europea e della Cooperazione del Regno di Spagna, José Manuel Albares, inizia mercoledì una visita in Marocco nell’ambito del rafforzamento della partnership strategica in costante evoluzione tra i due paesi. Questa visita del capo della diplomazia spagnola, che si incontrerà con il Ministro degli Affari […]

L’articolo Marocco: visita Albares rafforza partnership strategica con la Spagna. proviene da Arabpress.

Estella Carpi on Lebanon’s defining politics of crisis-making and refugee management

https://www.newarab.com/features/estella-carpi-lebanons-crucial-politics-crisis-making The New Arab sat down with Dr Estella Carpi from University College London to discuss her new release The Politics of Crisis Making: Forced Displacement and Cultures of Assistance in Lebanon. Book Club: Estella Carpi discussed her book ‘The Politics of Crisis-Making’ with The New Arab, using Lebanon as a case study to expose how official […]

L’etere diffuso di Francesco Diasio

Ho conosciuto Francesco Diasio nei primi anni di questo secolo. Aveva fondato Amisnet, agenzia multimediale vicina alle politiche di movimento e dal basso e, con scarsissimi mezzi, aveva messo in piedi con alcuni colleghi – a Roma in un centro sociale …

Book Review of Weh Yeoh’s ‘Redundant Charities’

Redundant Charities: Escaping the Cycle of Dependence By Estella Carpi, on 24 November 2023 Published in https://blogs.ucl.ac.uk/irdr/2023/11/24/redundant-charities-escaping-the-cycle-of-dependence/ In a world where humanitarian work is now a career aspiration and not just an ad hoc grassroots mission, Weh Yeoh believes foreign charities working in contexts of disaster and vulnerability should make themselves redundant. Redundant Charities. Escaping the […]

Convegno: Comunità religiose ed etniche nella costruzione dell’Europa e nel superamento delle crisi

Violazione dei diritti umani sui territori israeliano e palestinese: UNETCHAC pubblica lo statement che condanna le gravi violazioni dei diritti umani sui minori “L’Universities Network for Children in Armed Conflict (UNETCHAC) esprime la sua condanna forte e inequivocabile nei confronti di tutte le violazioni dei diritti umani e del diritto internazionale umanitario perpetrati sui territori […]

L’articolo Convegno: Comunità religiose ed etniche nella costruzione dell’Europa e nel superamento delle crisi proviene da Arabpress.

L’Anagrafe, arma impropria di Israele contro Gaza

Esiste da tempo in internet un vasto sostegno alla causa palestinese, ma consiste soprattutto nell’enumerare distruzioni, espropri, vittime con una puntigliosa metodicità che può insinuare il sospetto di un antisemitismo mascherato. Trascura ampi…

UNETCHAC: attestate le violazioni di diritti umani sui bambini in conflitto armato

Dall’Africa al Mondo il quadro allarmante dei ricercatori del Network Universitario Internazionale Dal conflitto israelo-palestinese, dall’Africa all’Ucraina, i minori sono le principali vittime delle guerre e dei conflitti armati. Alla luce dei dati dei ricercatori della UNETCHAC urge la loro protezione. Nel Sud del Sudan 5 milioni di bambini necessitano disperatamente di aiuti a causa […]

L’articolo UNETCHAC: attestate le violazioni di diritti umani sui bambini in conflitto armato proviene da Arabpress.

Comunicato Stampa: le dichiarazioni di Mohammed al-Issa, Segretario Generale della Lega Musulmana mondiale (Mwl)

MEDIO ORIENTE. AL-ISSA (MWL): “NESSUNA GIUSTIFICAZIONE È ACCETTABILE PER UCCIDERE INNOCENTI. LA PACE SI RAGGIUNGE CON GIUSTIZIA E SAGGEZZA Per il Segretario Generale della Lega Musulmana mondiale (Mwl), Mohammed al-Issa, quanto è successo nel sud d’Israele e nella Striscia di Gaza e quanto minaccia ancora di accadere è  “estremamente doloroso e deplorevole”. In una lunga […]

L’articolo Comunicato Stampa: le dichiarazioni di Mohammed al-Issa, Segretario Generale della Lega Musulmana mondiale (Mwl) proviene da Arabpress.

UNETCHAC: attestate le violazioni di diritti umani sui bambini in conflitto armato

Dall’Africa al Mondo il quadro allarmante dei ricercatori del Network Universitario Internazionale Dal conflitto israelo-palestinese, dall’Africa all’Ucraina, i minori sono le principali vittime delle guerre e dei conflitti armati. Alla luce dei dati dei ricercatori della UNETCHAC urge la loro protezione. Nel Sud del Sudan 5 milioni di bambini necessitano disperatamente di aiuti a causa […]

L’articolo UNETCHAC: attestate le violazioni di diritti umani sui bambini in conflitto armato proviene da Arabpress.

Da quale parte guardare

Come già sapete, sono ad Amman. Non perché sia saltata su un aereo, ma perché questo viaggio era programmato da mesi per allontanarsi, staccare lo sguardo, trovare la calma per scrivere il mio prossimo libro. Ironia del destino. Sono nelle retrovie del…

Arabia Saudita: Le ragioni dietro l’alto costo delle assicurazione auto per le donne.

Sembra assurdo, ma fino a pochi anni fa, esattamente fino al 24 giugno 2018, le donne in Arabia Saudita non potevano guidare un’auto. In quella data, con un decreto reale, il divieto è stato revocato, segnando un punto di svolta significativo per le donne saudite. Non c’è dubbio che, con questa decisione, l’Arabia Saudita abbia […]

L’articolo Arabia Saudita: Le ragioni dietro l’alto costo delle assicurazione auto per le donne. proviene da Arabpress.

Emirati Arabi Uniti: Il ministro dell’Energia Il Ministro dell’Energia espone una “Preoccupante Questione” Riguardo la Domanda nel Settore Petrolifero di Quest’Anno

Al Marsad (04-10-2023) Il Ministro dell’Energia degli Emirati Arabi Uniti, Suhail Al Mazrouei, ha enfatizzato la necessità di mantenere investimenti consistenti nel settore del petrolio e del gas, pur adottando impegni per la transizione energetica. Ha espressamente manifestato la sua preoccupazione per un particolare aspetto: la potenziale mancanza di investimenti nel settore. Riguardo all’imminente incontro […]

L’articolo Emirati Arabi Uniti: Il ministro dell’Energia Il Ministro dell’Energia espone una “Preoccupante Questione” Riguardo la Domanda nel Settore Petrolifero di Quest’Anno proviene da Arabpress.

Arabia Saudita: Il ministro israeliano delle Comunicazioni prega durante una storica messa ebraica a Riyadh.

Il ministro delle Comunicazioni israeliano, Shlomo Karei, insieme ad altri israeliani, ha partecipato a un servizio di preghiera ebraico a Riyadh, la capitale saudita, celebrando anche la festa di Sukkot e includendo la lettura di un rotolo della Torah. L’evento, rivelato attraverso una pubblicazione di Karei sui social media martedì, ha rappresentato un significativo momento […]

L’articolo Arabia Saudita: Il ministro israeliano delle Comunicazioni prega durante una storica messa ebraica a Riyadh. proviene da Arabpress.

Piazze Inquiete – ultima puntata

E così, il ciclo di Piazze Inquiete voluto e organizzato dalla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli per il 2023 si è concluso ieri con una conversazione bella, profonda, necessaria con Sinan Antoon e John Chalcraft. Chi si occupa, in diverso modo e con d…

Egitto: Morgan Stanley è pessimista sul debito del paese e avverte dei rischi crescenti

Morgan Stanley ha adottato una visione negativa riguardo all’Egitto, considerando le sfide finanziarie imminenti che il paese dovrà affrontare nei prossimi mesi come “rischi in aumento”. La banca americana ha recentemente ridimensionato la sua valutazione degli strumenti del debito pubblico egiziano, spostandosi da una posizione “neutrale” a “sfavorevole”. Tale decisione è stata inclusa in un […]

L’articolo Egitto: Morgan Stanley è pessimista sul debito del paese e avverte dei rischi crescenti proviene da Arabpress.

Egitto: Il presidente El Sisi annuncia la sua candidatura alle prossime elezioni

Il presidente egiziano Abdel Fattah El-Sisi ha ufficialmente dichiarato la sua intenzione di concorrere a un nuovo mandato nelle prossime elezioni presidenziali, previste per il mese di dicembre. Durante il suo discorso alla conferenza intitolata “Storia di una patria”, ha invitato calorosamente tutti i cittadini egiziani a partecipare attivamente al processo elettorale. Nel suo intervento, […]

L’articolo Egitto: Il presidente El Sisi annuncia la sua candidatura alle prossime elezioni proviene da Arabpress.

Marocco: Le Ragioni Della Selezione Limitata di Paesi per Soccorrere il paese Durante il Terremoto.

Hespress (01-10-2023) Il rinomato professore in sociologia e scienze politiche, Mohamed Tozy, ha espresso che il Marocco ha selezionato un numero limitato di paesi da cui accettare aiuto, una scelta che può essere interpretata inizialmente in base a ragioni tecniche collegate alla natura del terremoto, alla logistica e al timing. Tuttavia, Tozy evidenzia: “Non possiamo […]

L’articolo Marocco: Le Ragioni Della Selezione Limitata di Paesi per Soccorrere il paese Durante il Terremoto. proviene da Arabpress.

Egitto: Presenza significativa del cinema marocchino al Festival di Alessandria

La 39ª edizione del Festival del Cinema di Alessandria si tiene sotto il nome dell’artista Ilham Shaheen e onora gli artisti egiziani Khalid Zaki e Hanan Motawea, insieme al regista greco Costas Ferris e al produttore francese Jean-Louis Livi, nonché al cineasta omanita Khalid Al-Zadjali e all’attrice francese Caroline Cellier. L’evento comprende anche workshop sulla […]

L’articolo Egitto: Presenza significativa del cinema marocchino al Festival di Alessandria proviene da Arabpress.

Cosa significa l’accordo di scambio di valute tra Egitto e Emirati Arabi Uniti?

Certamente, ecco una versione riscritta e migliorata del testo: L’Egitto e gli Emirati Arabi Uniti hanno recentemente siglato un accordo volto a favorire lo scambio di valute locali. Questo accordo è stato sottoscritto dai governatori delle rispettive banche centrali e permette alle due nazioni di effettuare transazioni commerciali utilizzando le proprie valute locali, con un […]

L’articolo Cosa significa l’accordo di scambio di valute tra Egitto e Emirati Arabi Uniti? proviene da Arabpress.

Marocco: Polemiche per presunte “fughe di notizie” del diritto di famiglia.

Un alto funzionario marocchino ha respinto i dati diffusi sui social media, che affermavano di provenire da una bozza del nuovo codice di famiglia marocchino. Questi dati hanno scatenato polemiche online tra i cittadini in Marocco, poiché sembravano suggerire importanti cambiamenti nelle leggi relative alla famiglia e ai rapporti coniugali. Tuttavia, il ministro della Giustizia […]

L’articolo Marocco: Polemiche per presunte “fughe di notizie” del diritto di famiglia. proviene da Arabpress.

Qatar: condanna a morte contro un uomo d’affari franco-algerino.

In Qatar, un uomo d’affari franco-algerino è stato condannato a morte, suscitando preoccupazioni e critiche da parte del suo avvocato e dell’opinione pubblica internazionale. L’avvocato di Taieb Ben Abdel Rahman ha denunciato la condanna a morte e ha sollevato preoccupazioni riguardo al “silenzio completo” del Ministero degli Affari Esteri francese nonostante fosse stato informato della […]

L’articolo Qatar: condanna a morte contro un uomo d’affari franco-algerino. proviene da Arabpress.

Kuwait: l’Università impone la segregazione di genere nelle aule

L’Università del Kuwait sta per implementare la segregazione di genere nelle aule, a seguito di un accordo tra il deputato kuwaitiano Mohammed Haif al-Mutairi e il Ministro dell’Istruzione Adel al-Manea. L’Università del Kuwait imporrà la segregazione di genere nelle aule in linea con un recente accordo tra il deputato kuwaitiano Mohammed Haif al-Mutairi, che presiede […]

L’articolo Kuwait: l’Università impone la segregazione di genere nelle aule proviene da Arabpress.

L’interesse saudita nella normalizzazione dei rapporti con Israele

Il principe ereditario saudita, Mohammed bin Salman, ha annunciato in un’intervista con la rete americana Fox News, che il regno sta “facendo progressi” verso la normalizzazione con Israele. Il principe ha detto: “Ogni giorno ci avviciniamo sempre di più alla normalizzazione delle relazioni con Israele”. “Abbiamo il sostegno dall’amministrazione Biden per raggiungere questo punto. Per […]

L’articolo L’interesse saudita nella normalizzazione dei rapporti con Israele proviene da Arabpress.

“Radici islamiche. Storia dei musulmani in Italia dall’ottavo secolo ad oggi” di Fabrizio Ciocca

“Le comunità islamiche sono ormai fortemente radicate nella penisola italica, esprimono sempre più una propria identità e una pluralità che si interseca in una società multiculturale e si assiste, come già avvenuto in altre nazioni, alla nascita di seconde e terze generazioni di musulmani nati e cresciuti in Italia. Eppure, ancora oggi, è fortemente inscritta […]

L’articolo “Radici islamiche. Storia dei musulmani in Italia dall’ottavo secolo ad oggi” di Fabrizio Ciocca proviene da Arabpress.

Cooperazione: a Roma la Conferenza Finale del Progetto ReSt@rts

Conferenza Finale del Progetto ReSt@rts: 7 settembre a Roma SAVE THE DATE! Il 7 settembre si terrà all’Ara Pacis di Roma l’evento di chiusura del progetto ReSt@rts – “Reinforcing Med Microfinance Network System for Start-ups”. Questo progetto, finanziato dall’Unione Europea, si è focalizzato sulla promozione dell’accesso ai finanziamenti per donne, giovani e gruppi vulnerabili nel […]

L’articolo Cooperazione: a Roma la Conferenza Finale del Progetto ReSt@rts proviene da Arabpress.

Lettera22, il mook. Numero 0

Il numero zero di Lettera22, rivista di giornalismo narrativo e disegnato, è andato in stampa. Le prime copie stanno arrivando nelle mani dei tanti sostenitori che hanno contribuito al crowdfunding su Produzioni dal Basso. La copertina e la controcoper…

Mostbet казино: Ойын тәжірибеңізді арттырыңыз

Толқу мен ойын-сауық бір-бірімен үйлесетін Mostbet казиносында ойын тәжірибеңізді mostbet kz жаңа биіктерге көтеруге дайындалыңыз. Mostbet казиносының виртуалды әлеміне қадам басқан сәтте сізді толқулар мен шексіз мүмкіндіктерге толы ғалам қарсы […]

Pinup казино: шексіз толқулар үшін сіздің өту

Толқу мен инновация бірігіп, басқа ешкімге ұқсамайтын ойын тәжірибесін жасайтын Pinup Casino-да қызықты саяхатқа шығуға pin up kz дайындалыңыз. Pinup Casino сандық әлеміне кірген сәттен бастап сізді электрлендіретін толқулар мен […]

Ahmed Douma libero. Finalmente

Ahmed Douma è libero. Fuori dalla galera in cui, come prigioniero di coscienza, ha trascorso gli ultimi dieci anni della sua vita. Prigioniero di coscienza per le organizzazioni che in tutto il mondo si occupano di diritti umani e di libertà di espress…

Per Michela Murgia

È il giorno dopo. Il giorno dopo il funerale di Michela Murgia celebrato a Roma nella chiesa di Santa Maria in Montesanto, dove è opera di Plautilla Bricci, una pittrice del Seicento, una delle rare arrivate a ornare una chiesa, il quadro dedicato alla…

My interview with Lebanese L’Orient-Le Jour (English)

‘The emergency machine’: Humanitarianism in Lebanon https://today.lorientlejour.com/article/1344393/the-emergency-machine-humanitarianism-in-lebanon.html Lebanon is filled with humanitarian organizations that bring money, projects and personnel into the country. But are these interventions always useful? An interview with Professor Estella Carpi. L’Orient Today / By Richard SALAME, 25 July 2023 10:15 Graffiti in Beirut. (Credit: João Sousa/L’Orient Today) Lebanon is filled to the […]

Calvino a Tunisi

Il 26 luglio comincia Calvino a Tunisi, la manifestazione culturale ideata e organizzata dall’Istituto italiano di cultura di Tunisi, dedicata al centenario della nascita di Italo Calvino. Calvino a Tunisi si compone di due anime: un ciclo di incontri …

Hasbara israeliana e Nakba palestinese

L’esercito di Israele con l’operazione “Casa e Giardino” del 2 e 3 luglio ha invaso, bombardato e ucciso nel campo profughi di Jenin. La narrazione israeliana dei fatti è condotta dalla Hasbara: la diplomazia pubblica israeliana…

Pace e guerra. Istruzioni per l’uso

Un assaggio del libro di Paola Caridi appena pubblicato da Feltrinelli Kids. Un libro dedicato alla pace e alla guerra, ma non solo. Come recita il sottotitolo, è un libro che parla di democrazia e di diritti ___ La guerra è lontana, per chi non la viv…

Pace e guerra – in libreria

Che poi tutto si tiene. Alla pace e sulla guerra non avevo ancora dedicato la fatica di un vero e proprio libro, quando l’Archivio Disarmo mi ha premiato con la Colomba d’Oro per la pace. Da quella premiazione sono passati esattamente 10 an…

Taiwan e Cina. 2a parte, il XXI° secolo

A Taiwan agisce un movimento indipendentista che pone l’accento, non sul territorio, ma sullo status di “nativi dell’isola” e ha un eroe di riferimento: Cheng Nan-jung. Giornalista, attivista pro-democrazia e indipendenza, Cheng…

Taiwan e Cina. 1a parte, dal III° al XX° secolo

Antiche testimonianze scritte riportano contatti tra la terraferma cinese e Taiwan almeno dal terzo secolo d.C.  Nel periodo dei Tre Regni gli emissari del Regno Wu esplorarono l’isola, la chiamarono Yizhou e stabilirono relazioni con le popolazi…

Syrian Refugee Faith Leaders in Lebanon: Navigating the Intersection Between Assistance Provision and “Spiritual Activism”

My chapter on Syrian refugee faith leaders, engaging with multiple forms of aid provision, is now published in the Oxford Handbook of Religion and Contemporary Migration, edited by Anna Rowlands and Elena Fiddian-Qasmiyeh (2023). The edited volume includes other important works on the themes of religion and humanitarian action. Here’s the abstract, to get a […]

On Academic Dissonance: Teaching Indignation or Teaching with Indignation?

Reflections Inspired by Paulo Freire’s Pedagogy of Indignation On Academic Dissonance: Teaching Indignation or Teaching with Indignation?  04 June 2023 The article questions how pedagogy, the core of higher education institutions, is understood and operated within the academic world. By building on Paulo Freire’s The Pedagogy of Indignation, Estella Carpi discusses the behavioural dissonance between what academics write and teach […]

“Arabia Saudita. Al cuore del capitalismo islamista. Una analisi di Emiliano Laurenzi”

Quella che vi propongo oggi è una interessante analisi sul rapporto fra Islam e capitalismo in Arabia Saudita, svolta da Emiliano Laurenzi, dottore di ricerca in Sociologia della comunicazione e dello spettacolo, in due sue recenti pubblicazioni per i tipi di ManifestoLibri: “Islamismo capitalista. Il wahhabismo in Arabia Saudita” (2019) e “Figli del loro tempo” […]

L’articolo “Arabia Saudita. Al cuore del capitalismo islamista. Una analisi di Emiliano Laurenzi” proviene da Arabpress.

La guerra chiama. Le armi rispondono

È uscito “La nuova chiamata alle armi”. Lo abbiamo scritto Raffaele Crocco e io, con l’aiuto di altri bravi autori. L’editore è TerraNuova e le vendite serviranno a finanziare il progetto Atlante delle Guerre.Qui a fianco la copertina, il commento…

Cosa significa la rielezione di Erdogan per il futuro della Turchia

Mehmet Ozalp 29 maggio 2023 Professore Associato in Studi Islamici, Direttore del Centro per gli Studi Islamici e la Civiltà e Membro Esecutivo di Teologia Pubblica e Contestuale, Charles Sturt University   Vincitore al secondo turno delle elezioni di domenica contro il suo rivale di lunga data, Kemal Kiliçdaroglu, Recep Tayyip Erdogan rimarrà presidente della Turchia per altri […]

L’articolo Cosa significa la rielezione di Erdogan per il futuro della Turchia proviene da Arabpress.

Pace e guerra

Eccola, la copertina. La copertina di Marcella Onzo, che ancora una volta ha dato la sua arte a un mio libro per ragazzi, tra pochi giorni nelle librerie. Dopo Gerusalemme. La Storia dell’Altro (uscito nel 2019, pochi mesi prima della pandemia), …

Turchia: Cosa avrebbe detto il padre?

Amir Taheri. Asharq al-Awsat (26/05/2023) Domenica prossima, gli elettori turchi si recheranno ai seggi elettorali per eleggere il loro presidente, mentre una task force speciale si sta preparando per le celebrazioni del centenario della fondazione della Repubblica Turca il 29 ottobre 1923. La domanda è: come vedrebbe l’uomo che ha fondato la Repubblica Turca oggi? […]

L’articolo Turchia: Cosa avrebbe detto il padre? proviene da Arabpress.

Gli organizzatori della World Expo 2030 devono rinunciare alla partecipazione dell’Arabia Saudita

È quanto chiedono, in una lettera aperta, una dozzina di organizzazioni affermando che il record di violazione dei diritti umani nel regno contraddice lo spirito dell’esposizione globale e verrebbe utilizzato per il whitewashing Una dozzina di gruppi per i diritti umani hanno esortato gli organizzatori dell’Expo 2030 a rinunciare all’Arabia Saudita come potenziale ospite, affermando […]

L’articolo Gli organizzatori della World Expo 2030 devono rinunciare alla partecipazione dell’Arabia Saudita proviene da Arabpress.

Sinan Antoon in Italia!

Sinan Antoon ha scritto un libro necessario. Un libro che costringe a immergersi in ciò che la guerra cancella. Non la nostra memoria, ma tutto ciò che consente alla memoria di costruirsi. Noi, gli esseri umani, i non-umani, le piante, le cose. E’ così…

Inchiesta rivela l’aumento dell’”Islam politico” tra i giovani arabi.

Hespress (13-05-2023) Le recenti indagini condotte dal Barometro Arabo rivelano che l’Islam politico sta tornando con forza in diversi paesi arabi, poiché i cittadini di tutte le età hanno chiaramente espresso una preferenza per un maggior coinvolgimento della religione nella politica. Un rapporto del Barometro Arabo, ricevuto dal giornale online Hespress, conferma che “i tassi […]

L’articolo Inchiesta rivela l’aumento dell’”Islam politico” tra i giovani arabi. proviene da Arabpress.

Mariam Al Astrulabi: l’astronoma musulmana del X secolo e l’occhio del cielo

Mariam Al Astrulabi ha contribuito a sviluppare la navigazione e il cronometraggio così come lo conosciamo. Pioniera dell’astrolabio, un dispositivo scientifico utilizzato per calcolare la posizione del sole e delle stelle, i risultati di Mariam sono riconosciuti da oltre un millennio. Nella nostra era moderna, i sistemi di posizionamento globale ci aiutano a orientarci e […]

L’articolo Mariam Al Astrulabi: l’astronoma musulmana del X secolo e l’occhio del cielo proviene da Arabpress.

L’Arabia Saudita accoglie i turisti LGTBQ

L’autorità del turismo saudita ha affermato che nessuno chiede dettagli personali a questo proposito. La notizia fa seguito ai cambiamenti sociali che sta attraversando il Regno, anche se è difficile conoscere la situazione delle persone LGBTQ nel paese. I turisti LGBTQ possono ora visitare l’Arabia Saudita, secondo il sito ufficiale del turismo del regno. La […]

L’articolo L’Arabia Saudita accoglie i turisti LGTBQ proviene da Arabpress.

Ucraina: dalla guerra alla guerriglia

Nonostante l’evidente sproporzione di forze, si è sostenuto che gli aiuti dall’Occidente avrebbero permesso all’Ucraina di condurre una guerra simmetrica che sarebbe terminata con la sconfitta della Russia. A più di un anno di distanz…

Film Symposium on رسائل لمْ تُكتب by Max Bloching and Abd Alrahman Dukmak (2020)

Reflections on Unwritten Letters and the neorealism of contingency. Distributed by the Royal Anthropological Institute. Thanks to Mike Poltorak and Eda Elif Tibet for inviting me to this exciting film symposium. So intriguing to read all contributors’ commentaries and notice how different they are! SO much to learn from visual anthropologists. You can freely access my commentary […]

Quel che sta cercando adesso Israele

Lo Stato di Israele nasce, cresce, e ora soffre, senza aver mai scritto il testo della sua Costituzione perché fissare i criteri alla base dello stato significa definirne  in modo unanime le caratteristiche. Dal 1948 al 1950 l’Assemblea nata per …

Bella Ciao, il nostro inno globale

L’ultima volta, in ordine di tempo è stato a Tel Aviv sabato scorso, il sedicesimo sabato delle proteste contro il governo di destra di Benjamin Netanyahu. “Bella Ciao” cantata dai dimostranti israeliani ebrei, per la precisione nella parte del Blocco …

Un bando a sostegno della Bee-Economy in Italia

La Camera di Cooperazione Italo Araba lancia il bando per le sovvenzioni della Bee-Economy in Italia attraverso il progetto MedBEESinessHubs   La Camera di Cooperazione Italo Araba annuncia il programma di sovvenzioni per lo sviluppo della “Bee Economy”. Per “Bee Economy” si intende: – la produzione, riproduzione e lavorazione di beni derivati dalle api come: […]

L’articolo Un bando a sostegno della Bee-Economy in Italia proviene da Arabpress.

Dove vanno le armi. Un libro di OgZero

Questa raccolta di saggi, incentrata sulla produzione delle armi e il loro passaggio di mano in varie situazioni mondiali, prende spunto dal dossier su www.ogzero.org La guerra viene con le armi, nel quale abbiamo monitorato costantemente lungo tutto …

Le acrobazie per l’incriminazione di Trump

Nel generale schieramento dei media americani si intravedono poche riflessioni su come è stata costruita l’accusa. Il Washington Post  lascia all’editorialista Ruth Marcos il compito di toni più sfumati nella linea colpevolista del quotidia…

La Strada, dopo l’Apocalisse nucleare

Dopo lo scontro nucleare fra potenze equivalenti la vita sulla Terra non è più possibile. Con il romanzo La Strada Cormac McCarthy ci porta nel desolato mondo dell’Apocalisse nucleare. L’inverno nucleare avvolge la Terra. Brevi giorni di lu…

Nasce l’Associazione Interuniversitaria Per Proteggere i Bambini in Conflitto Armato

UNETCHAC: Al via l’Associazione Internazionale di Università Per Proteggere i Bambini in Conflitto Armato  Le 6 gravi violazioni dei diritti dei bambini in contesto di guerre e conflitti armati sono aggravate dalla mancanza di accesso all’aiuto umanitario con 3.945 gli episodi di negazione dell’accesso all’aiuto umanitario e 1600 le gravi e molteplici violazioni che questi bambini hanno […]

L’articolo Nasce l’Associazione Interuniversitaria Per Proteggere i Bambini in Conflitto Armato proviene da Arabpress.

“Donne negate: voci dall’Afghanistan, dalla Siria, dall’Iran”

Si è svolto nei giorni scorsi a Roma, presso la Pontificia Facoltà Teologica “Marianum” un incontro dal titolo “Donne negate: voci dall’Afghanistan, dalla Siria, dall’Iran”, curato dalla cattedra “Donne e cristianesimo”.   La tavola rotonda, moderata dalla giornalista Marisa Paolucci, ha visto gli interventi di donne provenienti da Afghanistan, Siria, Sahrawi e Iran, focalizzati sulla […]

L’articolo “Donne negate: voci dall’Afghanistan, dalla Siria, dall’Iran” proviene da Arabpress.

The Impossible Wait.

On Unsustainable Refugee Livelihoods and the Politics of Time in Humanitarian Governance Estella Carpi and Amina al-Halabi (the latter is a chosen pseudonym on personal request) In the attempt to question the politics of time that humanitarian governance implicitly rests upon when managing refugee lives, in this short article, we question the very contradiction residing […]

Uscire dal labirinto del femminismo islamico

Salvare la fede dal fardello del diritto: Uscire dal labirinto del femminismo islamico Articolo di Minoo Mirshahvalad Questo contributo è stato presentato nella IV Tavola rotonda Donne e religioni tenutasi a Bologna presso la Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII (FSCIRE), organizzata dall’Osservatorio interreligioso sulle violenze contro le donne (OIVD). Esso è inserito nel […]

L’articolo Uscire dal labirinto del femminismo islamico proviene da Arabpress.

Palestina. Una questione di parole?

 la conferenza del 14 marzo 2023 alla Sapienza di Roma Dall’inizio dell’anno sono stati commessi numerosi atti di violenza nei Territori palestinesi occupati, da parte delle forze di sicurezza e dei coloni da queste appoggiati: nei primi due mesi e me…

Russia Ucraina: il conflitto cronico

Servizi Segreti e Rivoluzione negli affari militari. Ucraina: laboratorio d’apprendimento per tutti gli eserciti. – Il 5 marzo il quotidiano Haaretz in collaborazione con un pool di enti americani ha realizzato una conferenza internazionale…

DaVientiane a Bangkok. Consigli pratici

     Le impressioni, le analisi e i racconti di viaggio sono una gran cosa ma spesso sono i consigli pratici quelli di cui uno ha bisogno… Per esempio, come andare dalla Thailandia al Laos e viceversa via terra? Ci sono complicazion…

A meltdown is not a tantrum!

Parents (and parents of neurotypical children in particular), tend to forget that meltdowns are not tantrums. Please learn from those who had to learn first! Mistaking one for the other may turn out to be disrespectful, 1. because you might not know what others are getting through while raising their child, 2. because children themselves […]

Un totale di 7.259 siriani, tra cui 2.153 bambini e 1.524 donne, sono morti a causa del terremoto Turchia-Siria: 2.534 sono morti nei territori non di regime, 394 nei territori di regime e 4.331 in Turchia

Il regime siriano ha sottratto circa il 90% degli aiuti destinati alle vittime del terremoto Comunicato stampa del Syrian Network for Human Rights(SNHR), pubblicato il 28 febbraio 2023: (Scarica il report completo sul sito del SNHR) Parigi (Traduzione …

Palloni cinesi e “fandonie” della Casa Bianca

Tucker Carlson è il giornalista di punta dell’emittente Fox News. Il 7 febbraio ha ricostruito in televisione come Joe Biden, lo staff presidenziale e i vertici della Sicurezza hanno affrontato il volo del pallone aerostatico che, partito dal cen…

Perché Nablus. Perché ora

Nablus. L’antica Neapolis, “città nuova”. Non è un caso sia immortalata in Giordania nei mosaici bizantini di Umm Rasas, meraviglioso, e semi-sconosciuto, sito archeologico sotto protezione Unesco. È – nella rappresentazione dei mosaicisti – tra …

Le molte differenze della popolazione dei Curdi

Dall’inizio del XX° secolo i Curdi sono descritti in modo schematico. Si ignorano i diversi sensi di identità di natura religiosa, locale, transnazionale, familiare. Varianti che poterono coesistere per millenni senza contraddizione interna e con…

On the earthquake response in North-Western Syria

https://www.bbc.co.uk/sounds/play/p0dypw50 Today I’ve spoken with Mark Cummings on his breakfast radio. I’m quite a terrible speaker in the early morning, but, dear friends in Syria and Turkey, I’ve tried to advocate for: -UN convoys that provide an earthquake specific response, not general, standardised stuff -The need for the UN to end its own bureaucracy, which, […]

DESTINATARIO SCONOSCIUTO, una corrispondenza fatale

mcc43 Destinatario Sconosciuto, 1938, è un racconto in forma epistolare della scrittrice americana Katherine Kressmann Taylor   (nota1). La fitta corrispondenza avviene dalla fine del 1932 al  1933, anno in cui Adolf Hitler esautora il Parlamento, otti…

Il rapporto malato degli Stati Uniti con Israele

mcc43 Quanto vale la volontà democraticamente espressa dagli Israeliani se il risultato non è gradito a Washington? Le ultime elezioni in Israele hanno condotto ad una coalizione di governo nella quale sono determinanti i partiti del Sionismo Religioso…

“Taccuino arabo. Frammenti di viaggio tra Europa e Medio Oriente” di Giuseppe Acconcia

Napoli, Milano, Atene, Parigi, Marrakesh, Teheran, Tangeri. Sono alcuni dei luoghi in cui ci conduce Giuseppe Acconcia con il suo nuovo lavoro letterario “Taccuino arabo. Frammenti di viaggio tra Europa e Medio Oriente” pubblicato da Edizioni Bordeaux nel 2022. “In Piazza Djemaa el-Fnaa a Marrakesh ci sono dentisti improvvisati e camaleonti ai lati della strada, […]

L’articolo “Taccuino arabo. Frammenti di viaggio tra Europa e Medio Oriente” di Giuseppe Acconcia proviene da Arabpress.

AI: artificiale lo è, ma è davvero intelligenza?

mcc43, gennaio 2023 L’Intelligenza Artificiale (AI) è in grado di ragionare su un’ampia gamma di questioni e, secondo com’è progettata e applicata, può aiutare a “risolvere i problemi del mondo o causare catastrofi, forse anche …

China-gate e la Biden Family

mcc43 L’università della Pennsylvania – che ospita il Centro Biden dove a novembre 2022 sono stati rinvenuti documenti classificati – aveva esercitato pressioni che ottennero il blocco dell’indagine per spionaggio che FBI aveva …

Egitto: in progetto un’enorme città industriale nella città “Nuovo Ottobre”

Un progetto industriale nella città “New October City”, nei pressi del Cairo, che prevede la costruzione di oltre 400 fabbriche per un totale di 150.000 opportunità di lavoro. Il Primo Ministro egiziano, Mostafa Madbouly, ha tenuto una riunione lunedì 2 gennaio per rivedere il piano per un progetto di città industriale da stabilire nella città […]

L’articolo Egitto: in progetto un’enorme città industriale nella città “Nuovo Ottobre” proviene da Arabpress.

Cucina povera e bella

Pranzo della Befana, per precisa richiesta con piatti di quella che si chiamerebbe “cucina povera”. Fave e cicoria, e cioè purea di fave piccole e secche, con cicoriella di campo solo bollita, condite nel piatto con olio EVO e pepe. E poi coniglio alla…

Nasce il Comitato Rest@rts

Un’alleanza tra Paesi del Mediterraneo per sostenere i giovani imprenditori nel fare impresa La città di Sfax in Tunisia, ha ospitato il 14 dicembre 2022 il primo incontro di informazione e sensibilizzazione del progetto di cooperazione internazionale ReSt@rts co-finanziato dall’Unione Europea, parte del programma ENI CBC MED e guidato dalla Camera di Cooperazione Italo Araba. […]

L’articolo Nasce il Comitato Rest@rts proviene da Arabpress.

Marocco, calcio e politica

No, non è da oggi. Non è nemmeno da ieri che in Marocco si gioca a calcio. Neanche dall’altro ieri, a dire il vero, che in Marocco si ama il calcio. E non solo a Casablanca, ma in tutti gli “snodi” della regione araba. Come sempre, anche nel caso del c…

Lockerbie, un attentato tuttora da svelare

La tragedia dell’aereo Pan Am 103 che il 21 dicembre 1988 esplose nel cielo di Lockerbie uccidendo 270 person, torna alla ribalta con l’arresto di Abu Agila Masud, accusato di aver materialmente fabbricato la bomba. Ripubblichiamo l’a…

Libia, il paese del nulla di fatto

L’impianto istituzionale della Libia consiste tuttora di un mosaico di enti rivali che reciprocamente ostacolano risoluzioni autonome o disattendono quelle concordate. Un anno fa le tanto attese elezioni all’ultimo momento vennero cancellate.  Ciclicam…

Addio Al Saqi Books

E così chiude un pezzo di storia culturale araba, a Londra. Dal 2023 la storica libreria Al Saqi Books chiuderà i battenti a causa delle “difficoltà economiche” di questo nostro tempo che non risparmia le librerie e gli spazi culturali da nessuna parte…

Naftali Bennett: il mio era un governo di buona volontà

Mentre Israele attende il ritorno di Netanyahu, Naftali Bennett racconta al NYT difficoltà e successi del suo governo nato nel giugno 2021  e rimasto in vita fino alle elezioni di novembre 2022. Raramente a chi perde si riserva l’onore delle armi…

Anwar Ibrahim nuovo premier della Malaysia

Le turbolenze politiche post elettorali della Malaysia non meriterebbero forse un particolare approfondimento se il vincitore finale della partita, Anwar Ibrahim, non fosse un personaggio davvero particolare. Che, da tre decenni, ha alternato il potere…

Gnocchi (alla romana)

C’è un aggettivo che definisce gli gnocchi, per i romani. “Callosi”. Significa, in sintesi, abbastanza consistenti ma non gommosi, né troppo morbidi. Callosi, non si potrebbe dire altrimenti. Come si capisce se gli gnocchi hanno raggi…

“Il Coro che non c’è”: in nome dei minori in conflitto armato

Universities Network for Children in Armed Conflict – UNETCHAC con “Il Coro che Non C’è” apre la Conferenza Internazionale a Lussemburgo sulla protezione dei minori in conflitto armato. Alla luce dei drammatici avvenimenti in Ucraina e laddove nel mondo persistono i conflitti, l’appello per la pace nel video musicale realizzato dai giovani cantori. Il coro senza luogo né […]

L’articolo “Il Coro che non c’è”: in nome dei minori in conflitto armato proviene da Arabpress.

Wish4Alaa

Ti auguro la libertà, caro Alaa. È il migliore augurio che penso di poterti fare. Riguardo a me, spero di avere la gioia di poterti incontrare presto, e regalarti una copia di “Non siete stati ancora sconfitti”. Pubblicare l’edizione italiana del tuo l…

Alaa è vivo. In prigione

La famiglia di Alaa ha rilasciato stamattina 14 novembre un comunicato importante: Alaa è vivo, in carcere. Ha scritto una breve lettera di suo pugno alla mamma di Alaa, la professoressa Laila Soueif, in attesa fuori dal carcere di Wadi al Natroun assi…

Non siamo ancora sconfitti

Nessuna notizia di Alaa. La famiglia non sa nulla di lui, delle sue condizioni, se è ancora vivo ed è sottoposto ad alimentazione forzata. Oppure se è già morto, dentro il carcere di Wadi al Natroun, a cento chilometri dal Cairo. Il silenzio è l’ennesi…

Refugee Hosts announces the publication of a major report, ‘Development Approaches to Forced Displacement from Syria in Lebanon, Jordan and Iraq’ (by Fiddian-Qasmiyeh, Greatrick, Carpi, and Shaiah Istanbouli).

Written by Refugee Hosts On the 3 November 2022 the UCL-Migration Research Unit at the Department of Geography published a major report on ‘Development Approaches to Forced Displacement from Syria in Lebanon, Jordan and Iraq.’ The report, led by Prof. Elena Fiddian-Qasmiyeh, presents the findings of a state-of-the-art literature review of over 260 sources published between […]

Review forum: War and the City: Urban Geopolitics in Lebanon, Sara Fregonese, I.B.Tauris (2019)

I really enjoyed taking part in Sara Fregonese’s book forum! It was an intriguing discussion I had with the author, Sara Fregonese, and with Aya Nassar, Mona Fawaz, and Alan Ingram – all focusing on war, urbanism, and/or Lebanon – during the Royal Geographic Society Conference in August 2021. The review has been edited by […]

…e si continua

Domani 10 novembre digiunano, in solidarietà con Alaa, Helena Janeczek Lucia Goracci Marcella Scotto Cristina Artoni Giada Salerno Agostino Mondin Luigi Eusebi Gabriella Capecchi

Digiuno per Alaa: le prime adesioni

1      Maria Chiara Rioli 2      Riccardo Noury 3      Paola Caridi 4      Riccardo Castagnetti 5      Filippo Landi 6      Beatrice Merz 7      Silvano Bertalot 8      Maurizio Gelatti 9      Monica Ruocco 10     Caoimhe Butterly 11     Carla Peiroler…

Con Alaa

Ieri è stata resa pubblica una lettera del neopremier Rishi Sunak, datata 5 novembre, con cui il primo ministro scrive alla famiglia che Alaa è un priorità, e faranno di tutto per liberarlo il prima possibile. A leggerla bene, la lettera di Sunak è tut…

L’ultimo bicchiere d’acqua

Alaa Abd-el Fattah inizia oggi il suo sciopero della sete. Beve l’ultimo bicchiere d’acqua. Il tempo, il suo tempo si accelera e si comprime: quanto resisterà senza bere? Quanto resisterà il suo corpo, già debilitato da sette mesi di sciope…

Imran Khan, Garibaldi del Pakhtunkhwa

Imran Khan l’ha scampata per un soffio. Uno o più uomini armati hanno cercato di uccidere l’ex premier pachistano durante la “lunga marcia” che ha per meta Islamabad l’11 novembre per chiedere elezioni anticipate. Il “leone del Pakhtunkhwa”, la provinc…

L’ARABIA SAUDITA ACCUSA GLI STATI UNITI DI “MANIPOLARE I MERCATI PETROLIFERI”

Mentre martedì a Riyadh è iniziato un forum economico soprannominato “Davos del deserto”, il ministro dell’Energia saudita ha criticato la decisione americana di attingere alle riserve petrolifere in risposta alla riduzione delle quote di produzione del regno. Il ministro dell’Energia saudita martedì ha denunciato il rilascio di riserve petrolifere di emergenza che, secondo lui, mira […]

L’articolo L’ARABIA SAUDITA ACCUSA GLI STATI UNITI DI “MANIPOLARE I MERCATI PETROLIFERI” proviene da Arabpress.

212 giorni, e un reading

Ieri è stata la volta del reading pubblico. Di fronte al Foreign Office, le edizioni Fitzcarraldo hanno organizzato un reading tratto dal libro di Alaa, pubblicato esattamente un anno fa con il titolo You have not yet been defeated (l’edizione it…

#FreeAlaa

La pressione internazionale continua, perché il tempo stringe e questi giorni che mancano alla COP27 a Sharm el Sheikh sono giorni delicati e molto importanti. si è finalmente espressa Greenpeace Uk, con un comunicato che ripete, ancora una volta, che …

209 giorni, e un’audizione

Alaa è al giorno 209 del suo sciopero della fame. Domani saranno sette mesi, e a Londra si svolgerà un reading dai ‘quaderni dal carcere’ di Alaa nella versione in inglese, usciti esattamente un anno nelle librerie. Negli stessi giorni in c…

La forza dei deboli

“Le pagine dedicate da Alaa ai corpi resi invisibili, ai corpi dimenticati, ai corpi violati e considerati solo oggetti proprietà delle guardie carcerarie e dei torturatori, sono parole impresse sulla pietra. Corpi annichiliti, come quello di Oma…

207 giorni. Liberatelo!

Una giornata densa, quella di ieri. Una giornata in cui Mona Seif, una delle due sorelle di Alaa, ha condiviso alcune delle parole da lui scritte una settimana fa. Parole alla sorella. Eccole: “A parte tutto, qui fa sempre più freddo e il freddo …

206 giorni per Alaa. Fino a quando?

206 giorni. 206 giorni di sciopero della fame, e nessuno sa le condizioni in cui versa Alaa Abd-el Fattah, visto che nessuna autorità consolare britannica ha mai avuto accesso al suo concittadino, il più noto tra i prigionieri di coscienza egiziani. 20…

Uday Tamimi, morire per la Palestina

Dall’inizio del 2022 le forze di sicurezza di Israele hanno ucciso 174 cittadini palestinesi, tra cui 41 bambini, in Cisgiordania, a Gerusalemme e nella Striscia di Gaza. Uday at-Tamimi, 22 anni, è stato ucciso la sera del 19 ottobre all’ingresso…

202 giorni, e una tenda a Westminster

“Alaa è padre di un bellissimo bambino, Khaled. Alaa è il figlio e il migliore amico della nostra incredibile madre Laila Soueif. Alaa è un fratello maggiore straordinario e premuroso per me e Sanaa Seif. Non è una nozione astratta, non è un esem…

Alaa, 201 giorni di sciopero della fame

Le maglie del tempo sono ormai strettissime. Alaa Abd-el Fattah ha superato i 200 giorni di sciopero della fame. La pressione sui governanti britannici aumenta. Una delle due sorelle di Alaa, Sana Seif, ha deciso di accamparsi di fronte alla porta del …

200 giorni

200 giorni. In sciopero della fame. 200 giorni. Non c’è da aggiungere altro. Se non che oggi, a Londra, ci sarà una veglia di protesta di fronte al Foreign Office, per chiedere la liberazione di Alaa, a cui parteciperanno Mona e Sana Seif, le sor…

Il protagonismo dell’Asia

              Com’è cambiata l’Asia nel 2022, l’anno segnato dalla crisi in Ucraina? Dal punto di vista bellico, se il Continente asiatico può festeggiare la fine della guerra afgana segnata dalla …

Sempre in attesa che si apra una porta

Anni in carcere, senza vedere luce del sole, alberi, vita, eppure Alaa Abd-el Fattah è sempre riuscito ad avere uno sguardo ipermetrope nei confronti del mondo. Di lunga durata. Come quando scrive di cambiamento climatico legandolo indissolubilmente al…

24 ore per la libertà di Julian Assange

E’ iniziata la diretta 24 Ore per Assange, maratona per la libertà di Julian Assange e per la libertà di stampa. Potete seguirla sul canale YouTube di Terra Nuova qui. A partire da un’idea lanciata da  Pressenza, è stato costituito…

Contro la guerra in piazza il 5 novembre

La manifestazione nazionale per la pace che chiede all’Onu una Conferenza per fermare il conflitto in Ucraina si terrà il 5 novembre a Roma con partenza alle 11 da piazza della Repubblica e arrivo a San Giovanni. E’  promossa dalla …

196 giorni di sciopero della fame

Alaa Abd-el Fattah è al giorno 196 di sciopero della fame in un carcere egiziano. E delle sue condizioni di salute non sappiamo nulla. Non sappiamo nulla di lui, e di tutti gli oltre sessantamila prigionieri delle carceri egiziane. Le pressioni interna…

Il grande libro degli imperi

La Storia si può raccontare in molti modi: attraverso l’economia, la geografia dei luoghi, i singoli protagonisti, le grandi masse d’urto che sconvolgono lo status quo. Ma si può fare anche una Storia degli imperi raccontandone ascesa e declino, i capi…

Le madri

Undici anni fa, precisamente il 14 ottobre del 2011, avevo scritto un post su questo stesso blog, dedicato a due donne, due madri. Pochi giorni prima, il 9 ottobre, era stato compiuta una strage, passata alla storia della rivoluzione egiziana come la s…

Beati gli umili

Mina Daniel, una delle vittime del massacro di Maspero, il 9 ottobre 2011. Vittime copte. Mina Daniel che, dicono subito i ragazzi della rivoluzione, non sapevano neanche fosse cristiano, perché non importava la fede, la provenienza, il colore a piazza…

From Blah Blah Blah to Blood Blood Blood

Alaa è al giorno 191 del suo sciopero della fame. Si avvicina a grandi passi il numero simbolico dei 200 giorni di sciopero della fame. E si avvicina a grandi passi anche la conferenza internazionale sul clima, COP27, che si terrà a Sharm el Sheikh a p…

Chi è Alaa

Alaa è al giorno 190 di sciopero della fame. Sei mesi e dieci giorni di sciopero della fame. Chi segue questo aggiornamento quotidiano, sa già molto di Alaa Abd-el Fattah e del suo calvario umano e giudiziario. Ripropongo qui, per chi invece non conosc…

Nelle mani di Liz?

Alaa Abd-el Fattah è giunto a 189 giorni di sciopero della fame. Uno sciopero della fame iniziato il 2 aprile, quando Liz Truss era ministra degli esteri nel governo presieduto da Boris Johnson. Un dettaglio importante, perché Alaa è anche cittadino br…

41 anni fa, l’attentato contro Sadat

La ricorrenza più famosa e sentita in Egitto è il 6 ottobre: una data che incarna guerre e attentati, vittorie e rotture del sistema, compreso l’attentato ad Anwar al Sadat, allora presidente della repubblica, ucciso durante la parata militire ch…

Che fare?

Il senso di impotenza colpisce tutti, tutti coloro che seguono il calvario silenzioso di Alaa Abd-el Fattah, giunto al giorno 185 di sciopero della fame. Tutti sentiamo che sarebbe ora di fare qualcosa di più allargato, ma io non so cos’altro far…

Come reagire allo scandalo?

Il cortile di Palazzo Naselli Crispi a Ferrara – al festival di Internazionale – era pieno, ieri, ad ascoltare di Alaa, di rivoluzioni, di diritti violati, di destini individuali e collettivi, di intelligenze nascoste dal regime nella cella…

A Ferrara. Si parla di Alaa

Il digiuno solidale a staffetta per Alaa continua. Oggi sabato I ottobre digiuno di nuovo Francesco Giordano. I perché di questo digiuno sono chiari, oggi ancora più di ieri. Chi vuole aderire, e partecipare al digiuno scriva una email a info@invisible…

Il libro di Alaa al Cairo, in arabo

Parlare di un libro appena uscito appare a noi, in Italia, una pratica talmente normale da passare spesso inosservata. Se però il libro che si presenta al Cairo è il libro del più conosciuto prigioniero di coscienza egiziano che dal 2013 è in carcere, …

Parlare di Alaa

Non bisogna rimanere in silenzio. Non bisogna lasciare Alaa in silenzio. Non bisogna tacere sul suo atto di resistenza estremo, il suo sciopero della fame che oggi arriva al giorno 176. Nei prossimi giorni, soprattutto all’inizio di ottobre, di A…

Sabotare il proprio corpo per riaverlo

Da molti anni sento parlare, non solo dagli amici egiziani, di come il corpo umano sia il vero luogo del contendere, per i regimi autocratici e illiberali. Per le dittature. Il corpo dei rivoluzionari, il corpo dei subalterni, il corpo di chi grida e s…

174 giorni.

Oggi le parole non salgono sino alle labbra. Sale altro, di certo. Sopra a tutti i sentimenti, sale un sentimento  profondo contro il silenzio complice attorno alla figura di Alaa Abd-el Fattah, che oggi è giunto al giorno 174 di sciopero della fame. I…

Salvare Alaa

Attoniti. In molte, tra le persone che sento in questi giorni, non fanno altro che sottolineare questo sentimento: essere attoniti, quasi congelati di fronte alla vicenda di un uomo che soffre e che nessuno vuole salvare. Attoniti di fronte ad Alaa, ch…

Polemica su un film algerino girato in Marocco

Bladi.net (15 settembre 2022) Il film “Citoyen d’Honneur”, con l’attore franco-algerino Kad Merad che interpreta il ruolo di uno scrittore algerino al fianco di Fatsah Bouyahmed, è uscito nelle sale questo mercoledì, 14 settembre 2022. Il film racconta la storia di Samir Amin, uno scrittore algerino di successo, premio Nobel per la letteratura, residente in […]

L’articolo Polemica su un film algerino girato in Marocco proviene da Arabpress.

Egitto: i giornalisti di Al Jazeera sarebbero stati liberati

Il canale di notizie con sede a Doha afferma che quattro dei suoi giornalisti sono detenuti dalle autorità egiziane AA (Anadolu Agency) 14 settembre 2022 Secondo un funzionario locale, le autorità egiziane avrebbero ordinato il rilascio dei giornalisti di Al-Jazeera detenuti al Cairo mercoledì. “Accolgo con favore la decisione del procuratore generale egiziano di rilasciare […]

L’articolo Egitto: i giornalisti di Al Jazeera sarebbero stati liberati proviene da Arabpress.

I Graffiti di Cake$ per i bambini di Palestina

Un artista di Street Art mitteleuropeo messaggero del dolore dei bambini palestinesi. Si firma Cake$ e ha realizzato centinaia di opere murali a Betlemme. Il debutto in Italia a settembre con “A Child Is Born In Bethlehem” mostra fotografica a Pa…

Arabia Saudita: arrestato un uomo per aver compiuto il pellegrinaggio alla Mecca in omaggio alla regina Elisabetta

i24NOTIZIE 13 settembre 2022 Un uomo è stato arrestato alla Mecca, in Arabia Saudita, per aver compiuto il piccolo pellegrinaggio, l’”Umrah”, in omaggio alla regina Elisabetta.  Questo pellegrino di origine yemenita ha così postato sui social network un video che lo mostrava con uno striscione scritto di sua mano in arabo e inglese, indicando che […]

L’articolo Arabia Saudita: arrestato un uomo per aver compiuto il pellegrinaggio alla Mecca in omaggio alla regina Elisabetta proviene da Arabpress.

163 giorni di sciopero della fame

  Il digiuno solidale a staffetta continua, mentre Alaa raggiunge i 163 giorni di sciopero della fame nel più completo silenzio dei decisori.  Oggi, domenica 11 settembre, digiuna ancora una volta Alessandra Icardi, animatrice. Grazie di cuore! C&…

Stati Uniti. Le sei debolezze di un gigante

Gli Stati Uniti si sono imposti come portatori del modello culturale per l’unica possibile modernità. Poiché l’egemonia poggia sulla potenza, a sua volta fondata sulla stabilità interna del paese, le sfide che oggi tale egemonia riceve apro…

159 giorni. #FreeAlaa ora

Alaa è giunto al giorno 159 di sciopero della fame ed è in corso il digiuno solidale a staffetta per non spegnere l’attenzione sulla sua vicenda. Oggi mercoledì 7 settembre digiuna ancora una volta Gabriella D’Agostini (e ancora una volta grazie!…

157 giorni di sciopero della fame

Firmate la petizione che chiede l’immediata scarcerazione di Alaa Abd-el Fattah. Petizione lanciata da una delle sorelle di Alaa. Su Change.com Il digiuno solidale a staffetta continua, mentre Alaa raggiunge i 156 giorni di sciopero della fame. O…

Prima che sia troppo tardi

154 giorni in sciopero della fame. Tanti, troppi, anche per una persona che tutti consideriamo così forte, come Alaa Abd-el Fattah. Qualche giorno fa, sua sorella Mona Seif ha lanciato su Change.org una petizione popolare per chiedere la liberazione (i…

153 giorni, e nessuna novità

Oltre cinque mesi. 153 giorni di sciopero della fame, e nessuna novità per Alaa Abd-el Fattah. Le alternative non sono tante: la liberazione di Alaa, il suo esilio nel Regno Unito. Il silenzio, però, continua, soprattutto da parte del regime egiziano. …

152 giorni di sciopero della fame

Alaa è in sciopero della fame da quasi 22 settimane. Da 152 giorni. Da oltre cinque mesi. Ea  nessuna delle sue richieste è stata data risposta, anzitutto la visita consolare da parte di un diplomatico britannico: un dovere, visto che Alaa Abd-el Fatta…

5 mesi e 1 giorno

Alaa è al giorno 151 di sciopero della fame. Alaa non è stato ancora liberato dal regime egiziano, ed è ancora nel carcere di Wadi al Natroun. Alaa vive da nove anni il suo calvario dentro il sistema carcerario egiziano, come altri sessantamila detenut…

5 mesi. Il calvario di Alaa

“Tutto quello che ci viene chiesto è di lottare per ciò che è giusto. Non dobbiamo pensare a vincere mentre combattiamo per ciò che è giusto, non dobbiamo essere forti mentre combattiamo per ciò che è giusto, non dobbiamo essere preparati mentre …

Il Pakistan tra due crisi: poliitca e monsoni

Giovedi è andato in scena un controverso capitolo che sconvolge la politica pachistana da che il primo ministro Imran Khan è statosfiduciato dal parlamento nel maggio scorso. Infatti l’ex premier ha dovuto andare in tribunale con due capi d’accusa sul …

COP27: greenwashing per l’Egitto?

Tradurre in italiano una pratica ahimè diffusa è stavolta un po’ difficile, e se qualcuno può darmi una mano l’accetto volentieri. La pratica è quella del greenwashing, in questo caso. Spruzzare un po’ di verde, il tanto che basta, pe…

Da 145 Alaa è in sciopero della fame

Alaa Abd-el Fattah è in sciopero della fame da 145 giorni. Più di 20 settimane. Quasi 5 mesi. Troppo, per la sua salute e per la sua stessa vita. Oggi solo un consiglio di lettura, di quelli importanti, perché mettono insieme realismo e visione strateg…

A Edimburgo si parla di Alaa

Da 143 giorni Alaa Abd-el Fattah è in sciopero della fame. Per saperne di più, se conoscete l’inglese, oggi pomeriggio c’è un incontro imperdibile allo Edinburgh International Book Festival. Una parte importante della famiglia di Alaa parte…

Il segno di Alaa

Come si fa a lasciare un segno quando la propria voce è messa a tacere dentro una cella? Me lo chiedo da tempo, ma soprattutto da quando è iniziato lo sciopero della fame di Alaa Abd-el Fattah. Nonostante le condizioni inumane alle quali è sottoposto, …

Un gigante. Costretto in una cella

È stata la giornata degli abbracci tra i detenuti liberati ieri dalle carceri egiziane e le loro famiglie. Le foto dei sorrisi, degli abbracci, della riunione con i loro cari riempiono i social. Una gioia infinita. Tra loro, tra i detenuti liberati non…

134 giorni. E sempre a Wadi al Natrun

Non ci sono ancora le evoluzioni su cui tutti concentrano le speranze riguardo alla sorte di Alaa Abd-el Fattah. Per alcune ore, ieri, ci sono state voci relative alla imminente deportazione/esilio di un noto esponente della rivoluzione egiziana. Tutti…

What future for research if no one is willing to be publicly associated with ‘failure’?

Last autumn 2021, I applied for a Marie Skłodowska Curie Fellowship and I received the results in February 2022. I was not among the winners. So what? Like me, other hundreds of colleagues were not. What really matters is that, this time, unlikely my 2019 application, I received highly questionable feedback on my research proposal. […]

129 giorni di sciopero della fame

Alaa Abd-el Fattah è al giorno 129 del suo sciopero della fame, per riconquistare libertà, dignità, diritti. Si priva del cibo all’interno del carcere di Wadi al-Natrun, a un centinaio di chilometri dal Cairo. E’ fragile, la sua salute è a …

Hua Chunying e le 4 domande della Cina agli Stati Uniti

Dalla Guerra Civile Cinese, 1927-1950, sono emerse due realtà. La RPC, Repubblica Popolare Cinese nel territorio continentale, che risultò vincente con l’aiuto dell’URSS. La Repubblica di Cina nata in conseguenza della fuga a Formosa del gr…

Alaa: 123 giorni di sciopero della fame

Alaa Abd-el Fattah continua il suo sciopero della fame. Da 123 giorni. Da oltre quattro mesi. Un tempo infinito. Lo ha continuato mentre di lui la sua famiglia non sapeva nulla. Nel chiuso del carcere di Wadi al Natrun, un carcere modello per il regime…

Alaa è vivo

Laila Soueif, la madre di Alaa Abd-el Fattah, ha potuto vedere ieri suo figlio, dopo giorni, anzi, settimane di profonda incertezza e di assenza di notizie dirette. La famiglia ha rassicurato le persone (tante) che a livello globale stanno seguendo la …

L’urlo di Ahmed Samir

Un urlo liberatorio. E’ la foto che meglio esprime, secondo me, tutto l’inferno del carcere, espulso nel momento in cui si ha coscienza che si è fuori. Fuori dalle mura che ti hanno circondato e nascosto al mondo. Ahmed Samir Santawy è tra …

Attorno ad Alaa

Le dichiarazioni della procura generale egiziana su Alaa, rese pubbliche giovedì, hanno confermato indirettamente che Alaa è vivo, come ha scritto in queste ora la famiglia. Contatti diretti con lui, però, non ce ne sono dal 16 luglio, data della lette…

La prova che è vivo

La prova che Alaa è vivo arriva dalla dichiarazione emessa ieri dall’ufficio del procuratore generale egiziano. Alaa è stato convocato per rispondere su una denuncia presentata dallo stesso Alaa sulla tortura esercitata su di lui (credo si tratti…

Incommunicado

E’ un termine inglese che ha un senso ben preciso. Significa che la persona non vuole, in generale non può comunicare con l’esterno. E’ un termine spesso usato per dire che una persona è scomparsa prima di ricomparire, in pubblico, so…

La Tunisia ha svoltato. Verso dove?

Quanto annunciato da Kais Saied nel dicembre 2021 è avvenuto: in gennaio la consultazione online sui cambiamenti istituzionali e la raccolta di suggerimenti dei cittadini, in giugno pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del testo definitivo della Cost…

Dov’è Alaa? Come sta Alaa?

Nessuna notizia. Nessuna comunicazione, cioè nessuna possibilità di comunicare con la famiglia. Di Alaa non si hanno notizie dirette. La parola inglese – incommunicado – esprime l’isolamento, la separazione che c’è tra Alaa e il…

Come sta Alaa?

Come sta Alaa? E dov’è Alaa? La domanda, anche oggi, è questa. Laila Soueif, sua madre, è andata ieri ancora una volta a Wadi al Natrun per chiedere di vedere suo figlio, e ancora una volta non l’ha incontrato nella sala colloqui. Come sta …

Pursuing Hope (Umudun Peşinde): A Review

By Estella Carpi Original source: https://southernresponses.org/2022/07/12/pursuing-hope-umudun-pesinde-a- review/?fbclid=IwAR113UYnSR7eWVt6QWa63PIvi9v_VqpJCz7Bm9ys8pUyqfjIDZgDO4 8vPAA How do Christian Iraqi men and women who have sought safety in Turkey conceptualise and narrate their own experiences of displacement and violence, including with regards to processes related to religion? In this review of a collection of stories written by Christian Iraqi refugees, Dr Estella Carpi argues […]

Come sta Alaa Abd-el Fattah?

La notizia di ieri è che non si hanno notizie dirette di Alaa. Ed è una notizia preoccupante. Alaa non si è presentato al colloquio in carcere con sua madre, la professoressa Laila Soueif. In occasione della ricorrenza del 23 luglio (festa nazionale in…

Alaa: 111 giorni di sciopero della fame

Alaa Abd-el Fattah è al suo giorno 111 di sciopero della fame. Nel silenzio. Senza che le notizie sul suo digiuno, che tra poco sfiorerà i quattro mesi, superino le mura del carcere di Wadi al Natrun. In questo silenzio, rileggere le parole di Alaa, co…

Alaa: 107 giorni di sciopero della fame.

Alaa Abd-el Fattah è giunto al giorno 107 di sciopero della fame. In Italia, in solidarietà con Alaa, digiunano oggi 18 luglio Tatiana Cappucci, attivista del gruppo territoriale di Latina di Refugees Welcome Italia, assieme a  Chiara Segrado, funziona…

Alaa: 103 giorni di sciopero della fame

Alaa Abd-el Fattah è al giorno 103 di sciopero della fame. E non trovo nessuna novità nei post della sua famiglia. Il conforto, dunque, non arriva né dal Cairo né da Londra, in piena crisi di governo. Arriva da una coppia che ha scritto pochi giorni fa…

Alaa: 101 giorni di sciopero della fame

I cento giorni sono stati superati. Alaa è al giorno 101 di sciopero della fame. Laila Soueif è andato a trovare suo figlio: sembra non sia peggiorato. Lo hanno convocato per esami medici, ma lui vuole che vi sia una supervisione e non siano solo esami…

Cento giorni. E quanti ancora?

Alaa Abd-el Fattah ha raggiunto oggi i 100 giorni di sciopero della fame. E appena cento sono le calorie che introduce quotidianamente nel suo corpo: un cucchiaino di miele, un po’ di latte in polvere nel tè. Ogni giorno noi ci alimentiamo in med…

Il pacifismo italiano e la guerra ucraina

In Italia in questo momento ci sono almeno quattro fronti del movimento per la pace che guarda all’Ucraina. Danno il segno di una vitalità eccezionale così come, purtroppo e in onore a un vecchio mantra che sembra una condanna, del fatto che il movimen…

Zelensky, Giano Bifronte d’Ucraina

Nel 2019 appena la metà dei 35 milioni di elettori ucraini andò a votare. Al primo turno diedero a Volodymyr Zelens’kyj il 30% dei voti che al secondo divennero il  73%. Il paese era stanco di Poroshenko e lui era un attore di successo. Candidato…

Terremoti: il doppio dramma del popolo afgano

Non ci sono aggiornamenti sul numero delle vittime e dei feriti (rispettivamente 930 e 610 ufficialmente)dopo il terremoto che la notte scorsa, con epicentro a 44 chilometri da Khost, ha colpito l’Afghanistan orientale (6.1 sulla scala Richter) cancell…

Oltre il nucleare: la guerra biologica

Il confronto armato fra le grandi potenze sta cambiando. Dall’era della deterrenza nucleare si sta passando a quella biologica. Uno scenario di  guerre  senza bombe, con armi invisibili e diversamente letali. Dal mainstream e dagli esponenti poli…

Giorni cruciali per il governo Bennet

Il 13 giugno la coalizione guidata da Naftali Bennet ha completato il suo primo anno di vita. Se proseguirà o se Israele si avvierà a nuove elezioni lo si decide in questi giorni. Bennet è il politico che ha compiuto il miracolo di porre fine a quindic…

Chi digiuna per Alaa il 7 giugno

Se questo blog esiste, se è nato nel 2008 mentre partiva il primo sciopero virtuale del 6 aprile al Cairo, è proprio per la generazione di cui fa parte Alaa Abd-el Fattah. Se questo blog porta il titolo che porta – gli Arabi Invisibili – è …

Chi digiuna per Alaa il 5 giugno

Di Alaa Abd-el Fattah, dei prigionieri di coscienza in Egitto e nella regione araba, delle similarità tra le tecniche repressive nelle autocrazie si è parlato a Catania, nel Festival dei Cittadini nel Mediterraneo. E del sostegno ai prigionieri di cosc…

Chi digiuna per Alaa il 4 giugno

Buongiorno, buon 4 giugno da Catania, dove è in corso il Festival della Cittadinanza Mediterranea e la città è piena di quel mondo, bello e ricco, di attivisti, intellettuali, amici. Il digiuno solidale a staffetta per Alaa Abd-el Fattah non si ferma, …

Chi digiuna per Alaa il 3 giugno

E’ da una settimana che il digiuno solidale di 24 ore ciascuno, a staffetta, va avanti in Italia. E sono, oggi, 63 giorni che Alaa Abd-el Fattah affronta uno sciopero della fame ormai lunghissimo dentro il sistema carcerario egiziano. Dopo anni d…

Chi digiuna per Alaa il 2 giugno

2 giugno. Festa della Repubblica, in Italia, quella fondata sui valori usciti dalla Resistenza. La Repubblica dei diritti umani e civili, dei diritti di tutti, che siano o meno cittadini italiani. Un bel giorno per ricordarsene, mentre un essere umano …

Chi digiuna per Alaa il I giugno

Da 61 giorni Alaa Abd-el Fattah è in sciopero della fame per i suoi diritti di persona, per la sua dignità e per avere un processo giusto. Lo fa dentro il sistema carcerario egiziano, in cui è recluso da quasi nove anni. Decine di persone, in Italia, h…

Chi è Alaa

ALAA ABD-EL FATTAH IN SCIOPERO DELLA FAME DAL 2 APRILE 2022 Alaa Abd-el Fattah è un attivista,uno scrittore, un informatico e un blogger. Il suo arrivismo che l’uso che ha fatto della tecnologia lo hanno reso una personalità chiave della Primavera arab…

Appuntamenti: la scelta delle armi

La geografia della guerra e gli accordi sui traffici di armi Roma 4 Giugno  18:30 – 19:30Verano Bertha Kinsky (von Suttner)La guerra viene con le armi Incontro-Dibattito organizzato da OGzero; Atlante delle Guerre;  Afgana. &nb…

La doppia guerra americana. Prima e dopo

Gli Usa fanno i conti col conflitto appena perso: “Minammo il morale degli afgani”. Un mea culpa mentre restano congelati i fondi della Banca centrale di Kabul e il Paese è alla fameBenché gli americani siano praticamente stati gli unici a tentare…

Morire una mattina a Jenin

“Per me Jenin non è una storia effimera nella mia carriera o persino nella mia vita personale. È la città che può sollevarmi il morale e aiutarmi a volare. Incarna lo spirito palestinese che talvolta trema e crolla e poi, oltre ogni immaginazione, si r…

calendario di maggio

Sarò a nord, tra qualche giorno. Dall’Emilia Romagna al Veneto, per poi spostarmi al Salone Internazionale del Libro di Torino (venite? Qui ci sono tutti i dettagli del programma, compreso Anime Arabe). Prima di arrivare al Lingotto, ho alcuni ap…

Grazie per gli auguri!

Le cose divertenti della vita da quando esistono i social. Molti si ricordano del tuo compleanno perché, per esempio, Facebook glielo ricorda. Molti ripescano il tuo numero in quell’immenso archivio telefonico che è ormai diventato il nostro smartphone…

Lessons from the Middle East for Ukraine’s Refugee Crisis (April, 2022)

https://english.alaraby.co.uk/analysis/lessons-ukraines-refugee-crisis-middle-east In-depth 6 min read Estella Carpi 28 April, 2022 In-depth: As millions of Ukrainian refugees flee to host cities in neighbouring Poland, reassessing the experience of Syrian refugees in the Middle East can provide vital lessons for sustainable resettlement. In the two months since Russia launched its invasion of Ukraine, more than two million refugees – mostly women […]

Cosa fa la "neutralità attiva" dei pacifisti

Il giorno dopo la Marcia straordinaria Perugia Assisi si può trarre un primo bilancio della vitalità di un movimento che non crede alla logica della guerra. Ma se quel movimento si limitasse a marciare, per quanto significativa sia stata la giornata di…

Premio Stefano Chiarini

Inattesa, come le belle sorprese. Ricevere il premio dedicato a Stefano Chiarini, dopo vent’anni passati a occuparmi di un pezzo di pianeta che è persino complicato definire con un nome. Oriente prossimo, Vicino, Medio.  Soprattutto, ricevere un premio…

25 aprile 2022

E anche quest’anno il 25 aprile lo celebro ricordando il mio maestro, Paolo Spriano, che partigiano lo è stato, da giovanissimo studente universitario torinese, e che della sua esperienza nella Resistenza ha fatto strumento imprescindibile della …

Gerusalemme e il pane senza sale

Condivido sul mio blog un commento di Filippo Landi pubblicato sul suo blog dalvostroinviato. Terra Santa, Gerusalemme e la Via delle storie. Ho visto anch’io il lungo servizio televisivo, dedicato  a questi luoghi e trasmesso all’interno della rubrica…

Sri Lanka fallisce ma i Rajapaksa restano

La ricorrenza del nuovo anno il 14 aprile, festeggiato giovedì da singalesi e tamil nello Sri Lanka, si è trasformata nell’ennesima protesta di piazza contro presidenza e governo della famiglia Rajapaksa. Una famiglia indicata come la responsabile dell…

In Pakistan torna la vecchia guardia

La sfiducia parlamentare per Imran Khan domenica scorsa (174 voti su 342 seggi) ha visto protestare contro la sua defenestrazione decine di migliaia di suoi sostenitori che hanno invaso il Paese da Islamabad a Peshawar (dove Imran ha la sua base e…

Imran Khan sfiduciato, Nuovo Pakistan affondato  

Imran Khan nel 2018 aveva vinto le elezioni promettendo  un “Nuovo Pakistan”, uno stato sociale islamico avente al primo posto i bisogni di oltre 220 milioni di persone in maggioranza impoverite e prive di opportunità. A ostacolargli il cam…

Putin, l’Occidente e il wishful thinking

Il wishful thinking è quel pensiero illusorio che abbonda nei social media, dove i lettori rispondono a ciò che vogliono intendere anziché intendere quanto effettivamente scritto.  Verso il discorso di Vladimir Putin del 24 febbraio l’Occidente si è co…

In vista delle elezioni, a che punto è il Libano?

Il Libano è alle prese con una crisi finanziaria senza precedenti, il costo della vita raggiunge picchi che escludono gran parte della popolazione da necessità basilari, il premier Miqati si affida alle cure del FMI, nelle Istituzioni persiste conflitt…

Donne e minori: “Ora più che mai uniti per proteggerli da situazioni di conflitto”

In concomitanza con la Festa Internazionale delle Donne, il lancio al Campidoglio con Rappresentanti MAECI e Giunta Capitolina della Mostra di Mohamed Keita su bambine vittime di conflitti armati (Comunicato Stampa) Roma, 8 Marzo 2022 – “La mostra di Keita assume oggi un significato estremamente attuale alla luce di quello che sta accadendo nel Mondo, […]

L’articolo Donne e minori: “Ora più che mai uniti per proteggerli da situazioni di conflitto” proviene da Arabpress.

Essere musulmana e musulmanamente libera di sposare un uomo non musulmano

di Minoo Mirshahvalad Nell’arco di secoli il diritto islamico ha subito varie evoluzioni. Tante questioni concernenti ilcommercio, il rapporto internazionale, la guerra e il rapporto con le autorità religiose sonocambiate, ma le questioni inerenti ai diritti moderni della donna e della famiglia stentano a evolversie a volte addirittura regrediscono. E’ molto noto che la famiglia […]

L’articolo Essere musulmana e musulmanamente libera di sposare un uomo non musulmano proviene da Arabpress.

Slavery, lived realities, and the decolonisation of forced migration histories: An interview with Dr Portia Owusu

My conversation with Dr Portia Owusu can now be accessed in Migration Studies. In the framework of the ‘Southern Responses to Displacement’ project (based at UCL), I’ve interviewed Dr Portia Owusu from Texas A&M to discuss slavery in Black-American literature, the (abused) decolonial discourse in the academic Anglosphere, and “non-normative” forms of forced migration. Today […]

I pugili e il judoka: l’Occidente e Putin

“Conosci il nemico come conosci te stesso. Se farai così, anche in mezzo a cento battaglie non ti troverai mai in pericolo”. Sun Tzu L’arte della guerra Mentre scriviamo, da vari giorni le truppe russe sono a “20 km.” da Kiev. Sebbene…

Esseri umani in attesa

Due foto. I luoghi sono lontani fra di loro. In basso a destra, Yarmouk. E’ in Siria, alla periferia di Damasco. Il più grande campo profughi palestinese, una casa per 160mila persone, almeno sino al 2011. Nel 2012, quando la rivoluzione siriana …

Armi agli ucriani? Perché sono contrario

Gettare acqua sul fuoco non serve a spegnerlo. Ci vuole un estintore o, in mancanza di meglio, una coperta per soffocarlo. Se però ci si aggiunge benzina, il fuoco non solo non si spegna ma aumenta sino ad andare fuori controllo. Questo paragone poco e…

Cosa vogliono ottenere Washington e Mosca in Ucraina.

” Il pericolo è insito nel rischio che questa guerra fra Mosca e Kiev sfoci nella destabilizzazione di entrambe, creando in Asia opportunità mai pensate anche per Pechino. Ma non minore attenzione va posta per l’ipotesi di un ulteriore allargamen…

L’Ucraina ci riguarda, eccome

E così, accanto a una solidarietà sincera per chi è vittima di un’invasione, leggo commenti che parlano di indifferenza. Che dicono, soprattutto, che è un problema russo-ucraino, che se la vedano loro. Neanche una guerra in Europa, neanche l&#821…

Under the wire.

Under the Wire, Quercus ,6 junio 2013. In lingua inglese. Il fotografo Paul Conroy aveva uno stretto legame con Marie Colvin: sono stati testimoni di molti conflitti nel mondo. Erano insieme quando lei è stata assassinata. Un diario di guerra, Under th…

Tunisia e il regime di un uomo solo al comando

Il presidente Kaïs Saïed ha annunciato, domenica 6 febbraio, lo scioglimento del Consiglio Superiore della Magistratura. Michelle Bachelet, Alto Commissario ONU per i Diritti Umani, dichiara che ciò compromette gravemente lo stato di diritto, la separa…

Suriye: Devlet ve devrimin gündeliklik karşılaşması

İnsanların yaptıklarının nedenlerine dair anlattığı kimi hikayeler, devletle pasif uzlaşmaya dair ortak duyguları ima eder ve devletin sosyal ve politik mimarisinden maddi kopuşu daha da zorlaştırır. Estella Carpi & Andrea Glioti Şubat 1, 2022 Bu yazı, özel-kamu, devlet-toplum, itaat-direniş arasındaki belirsiz sınırları ön plana çıkaran literatür üzerinden, Suriye’deki güncel çekişmelerin katmanlı süreçlerini anlamaya çalışıyor. Bu noktada, […]

Apartheid, una parola già sdoganata

“The term “apartheid” refers to the undemocratic system of discriminating between the rights of the whites and the blacks, which once existed in South Africa. Even though there is a difference between the apartheid that was practiced …

Libia, il gran calderone

Il 2021 era stato l’anno preparatorio delle elezioni parlamentari e politiche da tenersi a fine dicembre. Non si sono realizzate. Rimandate di un mese, sono state nuovamente posposte. La situazione è più che anomala: traballante il governo di Tri…

#FreePatrick

In attesa del verdetto del tribunale di Mansoura. Tribunale d’emergenza, senza appello. Imputato: Patrick Zaki. Accusa: diffusione di notizie false. Numeri di anni che rischia di passare in carcere: cinque. Giornalisti tenuti fuori dall’aul…

From Tahrir to Tahrir to Tahrir

Is there a way to write about Tahrir as a distant observer? I do not know. My way is to put Tahrir in the set of cities, at once protagonists and stages of the revolutions and upheavals that took place from 2010 to 2019. Cruel Cities is the project I a…

Giacarta sprofonda e il presidente la sposta

Abitanti di un arcipelago di 17mila isole che si estende per 5 milioni di kmq di cui solo due di terre emerse, gli indonesiani chiamano il loro Paese “Tanah air kita”, la nostra terra d’acque. Non deve quindi stupire che nel decidere il nome della nuov…

SOBRE AS ETNOCRACIAS DAS AJUDAS HUMANITÁRIAS NO LÍBANO

I am thrilled to announce that my first academic article in Brazilian Portuguese is out in the Revista Interdisciplinar da Mobilidade Humana. It is open access! Ethnocracies of care and humanitarianism in Lebanon Resumo. Neste artigo, discuto a tendência do sistema humanitário de fornecer serviços às pessoas necessitadas em áreas afetadas pela crise baseando- se […]

L’Umanità? Sempre più irrilevante

La grande sfida del XXI° secolo è l’Irrilevanza. Siamo già irrilevanti col voto, le proteste, i richiami ai diritti. Chi combatte perché il cittadino, anzi l’essere umano, non diventi sempre più marginale e trascurabile è gestito dal sistema politico e…

Great Game 2022-01-08 14:20:00

Non è cominciata bene ieri la visita di due giorni in Myanmar del premier cambogiano Hun Sen, il cui Paese presiede da gennaio anche l’associazione regionale di dieci nazioni del Sudest asiatico (Asean) di cui entrambi i Paesi fanno parte. 273 organizz…

Mattarella, la sobrietà e le palme

Il discorso del presidente Mattarella è stato bello, sobrio e pieno di dignità. In piedi accanto a una finestra che si affaccia su un meraviglioso giardino e su bellissime palme, alberi la cui ampiezza della sommità ripara dal sole implacabile. Palme c…

Elezioni Libia: molto rumore per nulla

Il 24 dicembre anziché andare alle urne, come tanto raccontato da mesi, i Libici continueranno a chiedersi quando potranno finalmente esprimere la loro opinione e far sì che venga presa sul serio. C’era un Comitato Elettorale e c’erano gli …

Profezia delle donne

Dal Cattolicesimo all’Islam, dall’Induismo alle Chiese evangeliche, dall’Ebraismo alBuddismo: quale il ruolo delle donne per un reale cambiamento delle esperienze religiose edei loro riflessi sulla società contemporanea. “Fedi e femminismi in Italia: la profezia delle donne, trascendenza ed esperienza nell’orizzonte diuna fede incarnata” è l’interessante titolo di una tavola rotonda che si è svolta lo […]

L’articolo Profezia delle donne proviene da Arabpress.

Talebani: cos’erano e come sono cambiati

Nel 2001 Giovanni Bensi pubblicò un dotto saggio sulle radici ideologiche dei Talebani che non ebbe sfortunatamente una grande eco. Quel libro, valido vent’anni fa come oggi, spiegava bene quel che molti ignorarono, a cominciare dalle differenze profon…

Vendetta degli USA contro Julian Assange

“Si può rispondere solo all’ingiustizia rivelata. Per fare qualcosa di intelligente l’uomo deve sapere cosa sta realmente accadendo.”Julian Assange Il movente di Julian Assange nel creare Wikileaks lo troviamo in questo post del…

Un filo di… ceci tra Roma e Gerusalemme

La cucina romana è cucina di terra. Laddove terra sta per verdure, e non tanto per carne. Una volta si sarebbe chiamata cucina povera, perché – ed è cosa vera – la tradizione del cibo a Roma è tradizione popolare, pochissimi soldi, molti campi. L’Agro …

Patrick Zaki: leggete il libro di Alaa

L’udienza è fissata per il 7 dicembre, nella sua città Natale, a Mansoura. Nella via dolorosa di Patrick Zaki, lo studente egiziano del master GEMMA dell’università di Bologna in prigione da quasi due anni, domani è l’ennesima stazione. Udienza di fron…

Zakia: Mio marito Luca era un testimone di pace

Quel 22 febbraio 2021 sull’auto, con Luca Attanasio e gli accompagnatori freddati da assassini tuttora ignoti, doveva esserci anche la moglie dell’ambasciatore: Zakia Seddiki, che ancora oggi attende quella verità che tarda fra il disintere…

What Does a Humane Infrastructure for Research Look Like?

Pleased to have taken part in the 2018 workshop on humanising forced migration research, which was held at the University of Oxford. Yolanda Weima and Hanno Brankamp’s Special Issue is now published in the Refuge Journal and Open Access! My contribution discusses the harmfulness of creating research ‘hotspots’ and the difficulty to create humane institutional […]

Vent’anni di guerra afgana

Un articolo scritto per la Fondazione Feltrinelli con altri testi di Bidussa, Mannocchi e Marotta ricordando Maria Grazia Cutuli Un bilancio degli ultimi vent’anni di guerra afgana, conclusasi a sorpresa il 15 agosto 2021, andrebbe tentato da alme…

Maria Grazia Cutuli: l’omaggio di Radio 3

Ascolta la puntata di Wikiradio cliccando quiLa morte di Maria Grazie Cutuli, venti anni fa sulla strada che da Jalalabad porta a Kabul, non è solo una triste vicenda di cronaca che riguarda il mestiere di raccontare la guerra. La fine precoce di quest…

Omaggio ad Aleppo

Sulle tracce di George Orwell, tra Aleppo e Catalogna Improvvisamente Aleppo divenne Barcellona e Barcellona divenne Aleppo, e tutto ciò che riguardava l’appartenenza all’una o all’altra città divenne ambiguo. Articolo e foto di Giath…

Niente da festeggiare. Purtroppo

18 novembre 2021. Oggi Alaa Abd-el Fattah compie quarant’anni. Li compie dentro il carcere di Tora, al Cairo, dove ha trascorso sette degli ultimi otto anni. Niente da festeggiare, per lui e neanche per noi. Per poter festeggiare occorrerebbe la …

Parigi: Teatranti europei su scenari libici

A Parigi Draghi Macron e Merkel hanno recitato un copione datato, fingendo di ignorare quello che accade realmente in Libia, sotto lo sguardo muto e attento di Russia e Turchia.  All’interno del Forum della Pace di Parigi, che ha visto sfilare pr…

Saif al Islam Gheddafi candidato presidenziale

Saif Gheddafi ha presentato la candidatura a Presidente della Libia, il che è possibile grazie al lavoro di riconciliazione nazionale promosso dall’Onu, ma immediatamente sono insorti ostacoli. Il procuratore militare libico ha chiesto di bloccar…

Le Point: “Algeria su un vulcano”

Il fallimento del regime politico-militare di Algeri lo spinge a litigare con il suo vicino marocchino, afferma, martedì, la rivista francese Le Point. “Per un regime in difficoltà che cerca di serrare le fila della popolazione, niente come un nemico individuato per svolgere il ruolo di capro espiatorio”, scrive Le Point in un editoriale dal titolo […]

L’articolo Le Point: “Algeria su un vulcano” proviene da Arabpress.

L’Arabia Saudita: Riad nega il ritiro delle sue forze dallo Yemen

La coalizione araba ha negato, mercoledì 10 novembre 2021, il ritiro delle forze saudite dalla capitale temporanea yemenita, Aden, nel sud del Paese, spiegando che i suoi movimenti nella regione rientravano in un regolare processo di “riposizionamento”. Il canale ufficiale saudita Al-Ekhbariya ha citato la coalizione dicendo in una dichiarazione che “le informazioni che circolano […]

L’articolo L’Arabia Saudita: Riad nega il ritiro delle sue forze dallo Yemen proviene da Arabpress.

The epistemic politics of ‘northern-Led’ humanitarianism: The case of Lebanon

My new article in Area discusses “professional authority” in the humanitarian field, and proposes a peculiar politics of knowledge in the case of Lebanon. Abstract This article examines the epistemic politics of hegemonic humanitarianism by building on agnotology theories. I unpack the idea of ‘professional authority’ with the purpose of showing how the Global North’s […]

Milano: laboratorio repressione proteste

Era la sedicesima manifestazione consecutiva contro il cosiddetto greenpass, a Milano il 6 novembre. Nessun capopolo a chiamare le persone, solo il tam tam nei social media. La risposta, ed è arduo farlo comprendere, viene fin dall’inizio anche d…